Il bel tempo di questi giorni scatena la corsa al pettorale. Per il 25°anniversario della classica faentina apportate delle modifiche al tracciato del lungo.

1° marzo 2019, Faenza - E' partito il conto alla rovescia per la Gran Fondo Davide Cassani che, il prossimo 17 marzo, con spettacolare start dal cuore di Faenza, celebrerà la sua 25esima edizione.

"Le iscrizioni - spiega Franco Chini, l'organizzatore della classica manfreda - procedono a gonfie vele, sicuramente ad un ritmo più brillante rispetto all'ultima edizione. Complice la bella stagione, che ha consentito ai cicloamatori di anticipare il rientro all'attività, e complice anche il 25° anniversario della manifestazione, una ricorrenza storica a cui, evidentemente, molti atleti non vogliono mancare".

Rispetto allo scorso anno, da segnalare la modifica del tracciato lungo (il corto, invece, è rimasto immutato). Quando il gruppo affronterà il tracciato nella parte sud di Faenza, dovrà infatti affrontare due salite inedite: il monte Chioda e il monte Busca: "Sul piano tecnico non cambia molto - spiega Chini - ma volevamo offrire ai partecipanti scorci panoramici ancora più belli e suggestivi. E da quelle colline faentine lo spettacolo è davvero garantito".

Collocata nel calendario subito dopo la Gran Fondo Laigueglia, la corsa manfreda rappresenta l’evento d'apertura della stagione amatoriale e, proprio per la sua particolare collocazione nel calendario, viene idealmente considerata la gara d’esordio per molti ciclo-amatori.

Un appuntamento sempre interessante nobilitato dalla mission più nobile: la "Davide Cassani" infatti – per statuto e per esplicita volontà del commissario tecnico della nazionale italiana - è nata e cresciuta per favorire e supportare concretamente la passione del ciclismo fra i ragazzi, in modo particolare quelli della categoria "giovanissimi". A beneficiare dei proventi della Gran Fondo manfreda sono infatti, ormai da vent’anni, proprio le due società organizzatrici: la S.C. Ceretolese di Casalecchio di Reno e la Polisportiva Zannoni di Faenza: "A corredo della nostra granfondo - conclude Chini - sarà organizzata una corsa Juniores che, sul piano tecnico, deve essere considerata particolarmente interessante. Segno che l'attività giovanile cresce e, in parte, anche grazie a noi".

Come lo scorso anno, anche nella prossima stagione la Gran Fondo Davide Cassani farà parte del circuito InBici Top Challenge (seconda tappa) e del Romagna Challenge (per le iscrizioni è possibile scaricare il modulo digitale direttamente dal sito www.granfondodavidecassani.it).

 

28 febbraio 2019 - Affrontare una dopo l’altra le mirabili erte dolomitiche, sfilando lungo i caratteristici paesini delle Valli di Fiemme e Fassa, partendo e arrivando a Predazzo ed usufruendo della perfetta macchina organizzativa del comitato trentino della Marcialonga, a meno di 100 giorni dal via la Marcialonga Craft del 2 giugno esce allo scoperto, svelando anche il proprio pacco gara. Gli affezionati corridori che tra qualche mese si metteranno alla prova nel dolce intermezzo ciclistico tra la Marcialonga invernale di sci di fondo e la Marcialonga Coop podistica potranno infatti usufruire di un’utile giacca tecnica senza maniche, comoda e pratica per tutti i mesi dell’anno, fornita da Craft Sportswear ai partecipanti della tredicesima Marcialonga Craft. I fortunati che hanno potuto recarsi alla kermesse veronese del Cosmo Bike hanno potuto scorgere con anticipo il pacco gara 2019, svelato ora a tutti i concorrenti che potranno cimentarsi su uno dei due spettacolari percorsi di 80 chilometri e 2488 metri di dislivello (mediofondo) e di 135 chilometri e 3900 metri di dislivello (granfondo), lungo i leggendari passi dolomitici Costalunga, Pampeago, San Pellegrino e Valles.

Le iscrizioni ammontano a 38 euro entro il 4 aprile. Soddisfazione da parte del direttore generale Davide Stoffie proprio su questo versante: “Abbiamo più che raddoppiato il numero di iscrizioni rispetto al medesimo periodo dello scorso anno, ci fa piacere perché significa che stiamo lavorando bene”.

I prodotti proposti da Marcialonga non si limitano ai pacchi gara della manifestazione, è infatti a disposizione la collezione Sportswear & Gadget Marcialonga sulla moderna linea di design ispirata al nuovo logo. Nel 2019, accanto alle t-shirt maschili, viene presentata anche una nuova collezione dedicata alle donne, dal taglio sfiancato e dai colori più femminili, ed una collezione “kids limited edition” in vendita presso la sede Marcialonga oppure on-line su all4cycling.com. A proposito di bambini, il comitato Marcialonga riserva sempre iniziative di contorno per tutte le età, e Marcialonga Craft non sarà da meno con la Minicycling in mountain bike dedicata ai giovani ciclisti fino a 16 anni e facente parte del Circuito Minibike di Fiemme e Fassa. Le categorie “topolini”, “pulcini”, “baby”, “cuccioli”, “esordienti” e “allievi” si sfideranno lungo una gimkana di 850 metri per le vie del centro storico di Predazzo, da percorrere più volte in base alla categoria, sempre indossando il caschetto protettivo.

All'artista lombardo classe 1947 è dedicata la tradizionale mostra legata alla Granfondo Gimondi Bianchi, coordinata dalla Fondazione Creberg.

GF Gimondi Bianchi

28 febbraio 2019, Bergamo - Ninfe, fauni e satiri. Reminiscenze classiche e memorie mitiche, interpretate in chiave policroma, moderna, visionaria. E' Carlo Previtali, bergamasco, classe 1947, l'artista scelto quest'anno dagli organizzatori di G.M. Sport, nell'ambito del progetto “Arte, Pedali e Territorio”, realizzato in collaborazione con la Fondazione Creberg. Le opere di Previtali saranno in mostra nella Sala Traini (Creberg Bergamo) in occasione della conferenza stampa di presentazione della GF Gimondi Bianchi – martedì 16 aprile – e nel week-end della 23a edizione (domenica 5 maggio) all’interno del Lazzaretto, storica struttura nel cuore di Bergamo che ospita il Villaggio Felice Gimondi.

Previtali impreziosisce ulteriormente un ricco elenco di artisti, scelti in passato G.M. Sport e Fondazione Creberg - sotto il coordinamento del segretario generale della Fondazione Credito BergamascoAngelo Piazzoli - comprendente Marco CeravoloValentina Persico, Giorgio Paris, HemoSteven CavagnaTiziano Finazzi, Zaccaria CremaschiMarinella Bettineschi, Trento Longaretti, Fabio Agliardi Giovanni Bonaldi.

Dopo aver frequentato il Liceo Artistico, Previtali si è iscritto all’Accademia di Belle Arti di Brera di Milanodiplomandosi nel 1975 alla scuola di scultura di Alik Cavaliere. Nel 1981 si è laureato in Architettura presso il Politecnico di Milano. La sua attività d’insegnamento si è concentrata a Bergamo quale docente di discipline plastiche presso l’Istituto d’Arte Andrea Fantoni, l’Accademia di Belle Arti Carrara, il Liceo Artistico di Bergamo e poi di Lovere (Bg). La sua attività espositiva ha inizio negli anni Sessanta con la partecipazione ad alcuni concorsi a cui seguono mostre collettive e personali sia in spazi pubblici che privati e partecipazioni alle più importanti fiere d’arte d’Italia.

Le sue opere sono presenti in numerosi spazi museali tra cui la Fondazione Museo Interreligioso di Bertinoro (Fc), il museo della Fondazione Stauros di San Gabriele - Isola del Gran Sasso (Te), la Raccolta d’Arte Contemporanea dei musei del Duomo di Ravello, il Museo Diocesano di Mantova, la Collezione Civica d’Arte di Palazzo Vittone di PineroloMuseo d’Arte e Cultura Sacra di Romano di LombardiaMuseo Civico G. Bellini SarnicoAuditorium del Vittoriale degli Italiani. Nel 2018 si è tenuta a Palazzo Creberg la mostra dedicata alle sculture di Carlo Previtali “Vizi e Virtù”. Attualmente vive e lavora a Grumello del Monte.

Come iscriversi alla Granfondo Gimondi-Bianchi 2019
Tutti gli appassionati potranno iscriversi alla 23a edizione della Granfondo Gimondi Bianchi compilando l’apposito form online sul sito ufficiale della manifestazione www.felicegimondi.it, oppure presso gli uffici organizzativi di G.M.S. in Via G. Da Campione, 24/c – 24124 Bergamo (tel. +39 035.211721 – fax + 39 035.4227971).

GF Gimondi Bianchi

 

28 febbraio 2019, Cesenatico - Una variante di soli 700 metri, in meno rispetto il percorso originario, ma che renderà ancora più spettacolare il percorso lungo della decana delle Granfondo. Scendendo dalla salita di Perticara i granfondisti svolteranno verso la località turistica di Talamello, scenderanno verso Novafeltria, passeranno dal centro storico in direzione Cà Migliore, Cà d’Ambrogio, per poi ricongiungere il percorso originario a Cà Bretello, sulla salita che porta a Pugliano.
Una decisione sviluppata in collaborazione con i comuni delle località interessate che renderà anche più sicura la manifestazione. Si eviterà, infatti, un tratto di asfalto in precarie condizioni, e la gestione della sicurezza relativa alla viabilità ne trarrà giovamento. Senza, ovviamente, dimenticare le bellezze storiche di Talamello e Novafeltria che i novecollisti potranno ammirare prima di affrontare la settima salita di giornata.

La prima prova dell’InBici Top Challenge ha avuto un grandissimo successo: il mare di Laigueglia ha fatto da scenario alla prima prova in programma.

Con la Granfondo Internazionale Laigueglia, che si è disputata in una bellissima giornata di sole, con un clima fresco. IlGruppo Editoriale InBici è stato assoluto protagonista del villaggio di gara grazie alla presenza dell’InBici Store Cafè, un luogo di ritrovo per tutti gli abbonati al circuito, che hanno potuto degustare un caffè e vivere al meglio l’atmosfera pre e post granfondo. Dopo la Granfondo Internazionale Laigueglia, i due leader assoluti delle classifiche sono Fabio Cini (Cicli Copparo) tra gli uomini e Sabrina De Marchi (Somec-MgKvis-Lgl). Le classifiche per categoria verranno rese note nei prossimi giorni. I leader di classifica potranno prendere parte alla seconda prova del circuito con la maglia di leader. La cerimonia di vestizione delle maglie si svolgerà alle ore 17 presso il pullman di inbici sabato 16 marzo 2019, alla vigilia della Granfondo Davide Cassani, a Faenza. Per tutte le informazioni: www.inbicitopchallenge.net 

 

Free Joomla! template by L.THEME