18 marzo 2019 - Domenica a Ladispoli è andata in scena la prima edizione della Gran Fondo Mare e Laghi, che ha visto al via oltre 350 cicloamatori. Un lungo serpentone ha colorato le strade della città fino alla via Aurelia che ha visto il via ufficiale della gara. Sulla lunga salita che portava a Tolfa, prende vantaggio un gruppetto formato da 20 unità che condizionerà poi tutta la gara. Molti i tentativi di fuga tra i venti fuggitivi, ma sempre chiusi. La gara si deciderà in volata: l’abruzzese Manuel Fedele del Team Go Fast precede Roberto Cesaro del Team Cesaro Falasca e Pierluigi Senor del Team Ladispoli Professione Ciclismo. Tra le donne la vittoria è andata invece a Chiara Turchi (Ciclo Team San Ginese), che ha preceduto Giambenedetti Agnese (Team Ciclo Tech), terza posizione per Papi Carlotta Marianna (Team Chianti).  Il successo di squadra è invece è andato al Team Ladispoli-Professione Ciclismo. Molto apprezzati, mentre si aspettava l’arrivo, sono stati il “ Gioco Ciclismo”, prova di abilità in bicicletta riservata ai più piccoli, e lo spettacolo di Freestyle acrobatico.

18 febbraio 2019, Faenza (Ra) - Oltre millecinquecento corridori hanno risposto all’appello del commissario tecnico delle nazionali di ciclismo che ha ricordato la mission dell’evento: “Sono orgoglioso di dare il nome a questa gran fondo perché grazie a questa giornata dedicata alla bicicletta riusciamo a sostenere due squadre di giovanissimi, la Zannoni di Faenza e la Ceretolese di Casalecchio di Reno. Ho sempre pensato che il mondo amatoriale potesse aiutare quello giovanile, e oggi ne sono sempre più convinto. Se ogni gran fondo facesse qualcosa per i più piccoli, il nostro movimento starebbe meglio. Proprio per questo nella stessa giornata di domenica organizziamo una gara riservata agli juniores vinta lo scorso anno da Samuele Manfredi”. 

E non è dunque un caso che questa iniziativa sia nata in Emilia Romagna, la regione che ormai da tempo ha intrapreso il lungo cammino nel sentiero della solidarietà circolare. Una solidarietà che non è elemosina, ma un contributo per costruire il futuro in ogni campo.

Piazza del Popolo, luogo nevralgico della vita pubblica faentina, deputato alla politica fin dall’età più antica. Delimitata da due portici dall’aspetto elegante e armonico è il salotto che accoglie gli appassionati del pedale. Come in un manufatto di pregiata ceramica faentina, sono i colori dell’area expo e della zona hospitality creata dal Gruppo Editoriale INBICI, illuminati da un pallido sole che fatica a scaldare a rendere unico questo evento.

Salendo lo scalone d’ingresso che conduce al Palazzo del Comune dove vengono distribuiti i pacchi gara e sembra sentire i rintocchi della campana, conservata nei locali del palazzo, che un tempo veniva usata per annunciare l’adunata dei cittadini in armi.

Quella che va in scena ventiquattro ore più tardi è una vera e propria battaglia, combattuta a colpi di pedale tra gli oltre millecinquecento legionari della passione, il cui obiettivo principale è quello di superare e non eliminare l’avversario.

Nella Mediofondo successo di Matteo Milanesi (Team Perini) e tra le donne è Alessia Bortoli (Argon 18 Hicari Stemax) a salire sul gradino più alto del podio.

Nel pomeriggio, dopo la premiazione dei protagonisti della granfondo, il Trofeo Sportivi di Solarolo (paese di nascita di Davide Cassani da cui ha preso il via la gara juniores) Gran Fondo Davide Cassani Giovani ha regalato altre emozioni agli appassionati locali, chiudendo il weekend dedicato al ciclismo. La vittoria è andata a Davide De Cassan che a regolato in volata un drappello di fuggitivi.

 

Pronti i tracciati della decima edizione della granfondo in programma domenica 26 maggio a San Benedetto del Tronto (Ap): uno di 132 chilometri e un altro di 95 chilometri.

Splendidi percorsi alla Granfondo San Benedetto del Tronto (ph Play Full)

17 marzo 2019, San Benedetto del Tronto (Ap) - Saranno due i percorsi che attenderanno coloro che domenica 26 maggio prenderanno parte alla 10ª Granfondo San Benedetto del Tronto - Ciù Ciù.

Il lungo di 132 chilometri (dislivello di 1992 metri) e il corto di 95 chilometri (dislivello di 1272 metri). Partenza alle ore 8.30 da viale Buozzi e poi tratto di trasferimento ad andatura controllata, durante il quale sarà necessario prestare molta attenzione lungo la strada. 

Dopo il via agonistico, i ciclisti si dirigeranno a Grottammare, importante località turistica rinomata per la qualità del suo clima. Sarà poi la volta di Cupra Marittima, famosa per il Museo Malacologico Piceno e per il Parco archeologico. 

Si girerà poi per la Valmenocchia, per risalire a Madonna della Fede. Giù in discesa verso la Valdaso per giungere a Contrada Maglio, dove avverrà la divisione tra i due tracciati: coloro che opteranno per il corto punteranno direttamente a Madonna del Lago, per poi immettersi sul lungo, mentre i granfondisti saliranno sino a Force, passando per l'impegnativa “salita della Leva”. 

Seguirà una bellissima discesa che porterà in Valdaso fino a Madonna del Lago. Si salirà poi verso la medievale Montedinove e quindi si andrà a Montalto. Si scenderà fino alla Valtesino, che sarà percorsa sino ad attaccare la salita di San Barnaba, che porterà alla bellissima e suggestiva Offida

Si scenderà quindi sulla Valtesino per poi affrontare la salita che porterà ad Acquaviva Picena, dalla quale nei giorni di bel tempo è possibile scorgere il Monte Vettore, il Gran Sasso e la Majella. Dopo questa località ci si dirigerà in discesa verso San Benedetto e al traguardo di viale Buozzi.

Ulteriori dettagli sul sito internet ufficiale della granfondo.

Si ricorda che sarà possibile iscriversi online con 30 euro sino al 30 aprile, con 35 euro dal 1° maggio alle ore 13 del 23 maggio e con 40 euro il 24 maggio dalle ore 15 alle ore 19.30. In loco, invece, presso la segreteria quota di 45 euro. 

Ancora un centro per il GS Loabikers, che porta a Diano Marina oltre 500 ciclisti provenienti da tutto il Nord Italia. Vittoria della gara maschile per Ricardo Pichetta e della femminile per Olga Cappiello. Tra le società dominio della torinese Rodman Azimut Squadra Corse.

Il podio vincente la 1a Gran Fondo Diano Marina (ph Enrico Cavallini)

Il podio vincente la 1a Gran Fondo Diano Marina (ph Enrico Cavallini)

17 marzo 2019, Diano Marina (Im) – Ancora una prima edizione per il Gruppo Sportivo Loabikers, guidato da Pier Nicola Pesce, e ancora un successo.

Sono stati oltre 500 i ciclisti che si sono registrati nelle liste di partenza della prima edizione della Gran Fondo Diano Marina, di cui poco meno di 500 si sono ritrovati nella cittadina imperiese, domenica 17 marzo.

Un cielo pesante, ma che ha lasciato svolgersi la manifestazione senza problemi, ha certamente fatto desistere i meno arditi dalle ultime iscrizioni, ma ciò non ha destato preoccupazione tra gli organizzatori, come spiega Pesce: «Le nuvole sui monti hanno fatto desistere sicuramente i meno avvezzi alla pioggia, che non abbiamo mai incontrato, ma siamo comunque contenti dei 500 ciclisti che si sono presentati nella via centrale di Diano. Un grande apprezzamento è arrivato anche da parte dell'amministrazione comunale e dai commercianti, che hanno accolto i ciclisti con calore».

La gara inizia con una prima fuga a due, alla caccia del GPM di giornata posto a Testico, in cima alla prima salita. Quando sembrava ormai fatta, gli inseguitori hanno aperto il gas riagguantando i fuggitivi. Il primo a passare sul traguardo di Testico è stato proprio l'albese Ricardo Pichetta, intenzionato a non lasciare nulla agli avversari. Tra le donne, la prima a passare sul tappeto del cronometraggio del GPM è la torinese Olga Cappiello.

Ancora una fuga sul Ginestro, ma poi annullata sulla successiva discesa. Non resta che la salita a Diano Arentino per decidere la gara, e qui è proprio Pichetta ad aprire il gas e lanciare la bordata. Alle sue ruote tentano di resistere il milanese Paolo Castelnovo e il pinerolese Davide Busuito, ma è poi quest'ultimo a saltare il milanese e portarsi all'inseguimento del fuggitivo.

Sul rettilineo di arrivo si presentano quindi alla spicciolata Ricardo Pichetta, che taglia solitario il traguardo a braccia alzate, seguito, con pochi secondi di distacco, da Davide Busuito. Alle loro spalle arrivo in coppia per Paolo Castelnovo e il compagno di squadra Stefano Bonanomi, che sale sul terzo gradino del podio.

Tra le donne la vittoria assoluta è andata alla torinese Olga Cappiello, come da pronostico. La seconda piazza va alla milanese Monica Bonfanti, mentre sul terzo scalino sale la bergamasca Alice Donadoni.

Tra le società dominio indiscusso della torinese Rodman Azimut Squadra Corse, che sale sul podio davanti alla torinese Jolly Europrestige e alla savonese Bicistore Cycling Team.

Come ormai da format Loabikers, la manifestazione si è conclusa con l'ottimo pasta party preparato dal Gruppo Alpini di Loano e le ricche premiazioni.

CLASSIFICA MASCHILE

1. Ricardo Pichetta (Vigor Cycling Team); 02:52:52.75

2. Davide Busuito (Team De Rosa Santini); 02:53:36.25

3. Stefano Bonanomi (Asd Team Mp Filtri); 02:53:56.00

4. Paolo Castelnovo (Asd Team Mp Filtri); 02:53:56.17

5. Diego Piva (Asd Rodman Azimut Squadra Corse); 02:55:19.02

6. Julien Amadori (Individuale); 02:55:19.52

7. Gilles Tagliapietra (Asd Rodman Azimut Squadra Corse); 02:55:49.27

8. Julien Camellini (Individuale); 02:55:49.29

9. Pascal Bousquet (Gs Bicisport Ospedaletti); 02:56:58.51

10. Stefano Prandi (Bicistore Cycling Team); 02:56:59.51


 

CLASSIFICA FEMMINILE

1. Olga Cappiello (Team De Rosa Santini); 03:11:45.54

2. Monica Bonfanti (Asd Rodman Azimut Squadra Corse); 03:20:18.96

3. Alice Donadoni (Asd Team Morotti); 03:23:15.08

4. Tamara Giuseppina Rollini (Asd Team Cycling Center); 03:23:16.29

5. Veronica Pardini (Asd Rodman Azimut Squadra Corse); 03:24:26.83

6. Chiara Costamagna (Asd Rodman Azimut Squadra Corse); 03:28:49.84

7. Matilde De Sciora (Asd Rodman Azimut Squadra Corse); 03:29:24.58

8. Georgina Makhandi (Bicistore Cycling Team); 03:29:30.08

9. Elisabetta Debernardi (Asd Rodman Azimut Squadra Corse); 03:31:04.84

10. Loredana Girello (Ristorocycles Team); 03:31:09.09

SOCIETA'

  1. Rodman Azimut Squadra Corse

  2. Jolly Europrestige

  3. Bicistore Cycling Team

Classifiche complete sul sito di WinningTime. 

Tutti i dettagli sulla manifestazione sono disponibili sul sito del Gs Loabikers a questa pagina 

 

Nasce un’importante partnership tra la granfondo romagnolo-marchigiana e la nota azienda, che diventa uno dei main sponsor dell’evento in programma il 10, l’11 e il 12 maggio a Cattolica (Rn) e Gabicce Mare (Pu). 

La Trek al fianco della Granfondo Squali (fonte foto Trek)

16 marzo 2019, Cattolica (Rn) –

Un nuovo fiore all’occhiello per la Granfondo Squali, grande evento che si terrà il 10, l’11 e il 12 maggio a Cattolica e Gabicce Mare.

La Trek ha deciso di affiancare  la manifestazione romagnolo-marchigiana e di entrare come main sponsor, così da unire la tecnologia delle proprie biciclette alla passione del ciclismo sulle strade della Romagna e delle Marche.

«Siamo particolarmente soddisfatti di aver stretto questa partnership con la Granfondo Squali, perché abbiamo trovato un gruppo di lavoro entusiasta che condivide i nostri stessi valori – ha commentato Davide Brambilla, numero uno di Trek Italia – e siamo certi che questo primo passo rappresenti l’inizio di un percorso di crescita comune su cui pedalare insieme nel prossimo futuro».

La Trek Bicycle Corporation, fondata nel dicembre del 1976 da Richard Burke e Bevel Holl, dopo oltre 40 anni di storia è la più grande azienda statunitense di biciclette, con una collezione che spazia dal ciclismo su strada alla mountain bike, dalle bici per bambino alla mobilità in città anche a pedalata assistita. Attualmente ha 17 sedi nel mondo e produce e distribuisce oltre 1.500.000 biciclette all’anno in tutti i cinque continenti.

Tornando alla granfondo si ricorda che attualmente è possibile iscriversi con quota di 49 euro sino all’esaurimento dei 1000 dorsali a disposizione (clicca qui). Previsti anche tanti pacchetti gara + hotel (clicca qui) con soluzioni per tutte le tasche.

Tutti gli iscritti riceveranno in omaggio lo zaino Reflex con Reflective index 250 griffato Granfondo Squali e realizzato dalla Craft, al quale si aggiungeranno integratori, prodotti del territorio e una riduzione del 50% sul biglietto d’ingresso ai parchi tematici del gruppo Costa Edutainment, valida sino al 30 giugno.

Ulteriori informazioni sul sito ufficiale dell’evento.

 

Free Joomla! template by L.THEME