24 aprile 2020 - Dopo i recenti rinvii al 2021 dei due circuiti di cui la Basso Dieci Colli è tappa - Romagna Challenge e Zero Wind Show - il Comitato Organizzatore, che aveva già annunciato la sospensione della gara prevista per il 26 aprile prossimo, ha deciso di allinearsi e quindi di spostare al 2021 l’appuntamento con gli appassionati del pedale.

L’opzione di rimandare la gara ad ottobre non ci è sembrata percorribile” ha commentato la presidentessa del Circolo Giuseppe Dozza, Irene LucchiIl clima di grande incertezza e la situazione che, al momento, dà scarsi segnali di ripresa, non permettono scelte che potrebbero essere messe nuovamente in discussione in una seconda fase. Ora la priorità assoluta è preservare la salute propria e della comunità e attenersi rigorosamente alle disposizioni sanitarie vigenti, riconoscendo nella propria casa un rifugio e non un carcere. Il 25 aprile 2021 sarà quindi doppiamente Festa della Liberazione che celebreremo tutti insieme con lo spirito giusto.

Il 2020 sarà sicuramente un anno che non scorderemo mai “ha dichiarato il marketing manager di Basso Bikes, Joshua Riddleper la situazione negativa come anche per l’unità con la quale abbiamo affrontato la sfida che rappresenta questo terribile virus. Il ciclista è fatto per superare gli ostacoli, sia quelli ovvii come i percorsi più ardui, nonché la forte concorrenza e le condizioni temibili, ma, come in ogni situazione, si adatta, si allena e supera anche le sfide non necessariamente correlate con l’attività in sé: infortuni, malattie etc… Il ciclista prima di tutto è forte a livello di testa ed è in grado di superare qualsiasi cosa.  La pandemia che sta toccando tutti, direttamente o indirettamente, rappresenta un'altra sfida che dovremo superare, separati, ognuno in casa propria, ma uniti nel cuore e con la testa. Non ci sono delle certezze su quando torneremo a pedalare, nel frattempo ci ritroviamo davanti al dover fare una scelta responsabile, di buon senso e in linea con lo stesso spirito, per superare l’ennesimo ostacolo, questa volta però è un ostacolo per la comunità intera, non di una sola persona. Ci dispiace veramente non poter vedere i ciclisti alla partenza della nostra gara, ma ci dispiacerebbe ancor di più sottovalutare una situazione che potrebbe mettere a rischio anche un solo partecipante. Come un ciclista davanti ad una lunga e ripida salita, pedaleremo insieme all’organizzazione per rendere l’edizione 2021 la migliore nella storia delle manifestazioni ciclistiche, così che il 2021 varrà come una doppia edizione.”

Tutti coloro che si sono iscritti al di fuori dei circuiti, riceveranno nei prossimi giorni via mail una comunicazione direttamente dall’organizzazione che illustrerà le procedure per congelare l’iscrizione per il 2021 o per richiedere il rimborso della quota, detratte le spese di segreteria.

Non resta che attendere tempi migliori, mantenendo alto l’umore e sostenendosi a vicenda. Il senso di squadra e il rispetto delle regole sono concetti che appartengono da sempre ai veri sportivi.

Per informazioni: www.diecicolli.itQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Per conoscere le iniziative e la collezione di Basso Bikes: www.bassobikes.com.

Davanti al perdurare dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, anche gli organizzatori della Granfondo Straducale hanno deciso di spostare la gara al 2021, esattamente al 20 giugno, tenendo valide le quote d’iscrizione già versate.

Appuntamento a domenica 20 giugno 2021

21 aprile 2020, Urbino (Pu) - Anche la Granfondo Straducale dà appuntamento a tutti al 2021. Questa la decisione presa dagli organizzatori della manifestazione urbinate davanti al perdurare dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Tutto rimandato a domenica 20 giugno 2021, quindi, quando la situazione sarà più serena per tutti. Le quote d’iscrizione già versate saranno valide per il prossimo anno.

«Se ci saranno le condizioni - commenta Michele Pompili a nome di tutto il Comitato organizzatore - a settembre faremo una sorpresa ai ciclisti».

Ulteriori informazioni e tutti gli aggiornamenti sia sul sito internet sia sulla pagina Facebook ufficiali. 

 

A seguito del perdurare dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 gli organizzatori del circuito hanno deciso di rimandare tutto al 2021, congelando le quote degli abbonati.

L’Umbria Tuscany Mtb rinviato al 2021

16 aprile 2020 – Tutto rimandato al 2021. Questa la decisione presa dagli organizzatori dell’Umbria Tuscany Mtb davanti al perdurare dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 e alle conseguenti difficoltà organizzative.

Gli abbonamenti versati saranno validi per il prossimo anno, quindi qualora qualche evento dovesse svolgersi regolarmente sarà necessario pagare le quote stabilite dalle organizzazioni.

 

Dato che le normative austriache attuali vietano lo svolgimento di grandi eventi sportivi fino a fine agosto, il comitato organizzatore si è visto costretto a disdire la Ötztaler Radmarathon di quest’anno. La data del prossimo appuntamento è stato fissato per il 29 agosto 2021. Tutti gli iscritti potranno portare a termine il proprio sogno l’anno prossimo. 

20 aprile 2020 - La disdetta della Ötztaler Radmarathon è stata una decisione sofferta per il comitato organizzatore. Si è sperato fino adesso di riuscire a poterla svolgere. “Con l’arrivo del nuovo decreto governativo, che prevede la sospensione di tutti i grandi eventi culturali e non ci siamo dovuti adeguare, anche per garantire la sicurezza delle migliaia di ciclisti presenti" dice Oliver Schwarz, direttore dell’ente del turismo. In seguito a diversi confronti si è giunti alla decisione, di spostare la 40. edizione della  Ötztaler Radmarathon a domenica 29 agosto 2021. Spostare l’evento di qualche settimana non avrebbe portato a niente, viste le incertezze attuali. E poi da settembre le giornate diventano più corte, ci vogliono almeno 13,5 ore di luce per portare a termine la gara. E poi manca la sicurezza di poter accogliere tutti i partecipanti, date le restrizioni di viaggio. “Annualmente accogliamo ciclisti provenienti da oltre 40 nazioni e per il 40. giubileo vorremmo poter accogliere tutti” dice Oliver Schwarz. 

Posto assicurato per il 2021: tutti coloro che quest’anno sono riusciti ad ottenere il pettorale possono partire il prossimo anno. Il passaggio avverrà in modo automatico e verranno avvisati tutti i concorrenti. Naturalmente ci sarà anche la possibilità di essere risarciti, qualora non si voglia attendere al 2021. Il comitato organizzatore, presieduto da Dominic Kuen è continuamente in contatto con la comunità di ciclisti sul sito www.oetztaler-radmarathon.com e anche sui social media, dove si troveranno sempre le informazioni attuali.  „La nostra edizione del giubileo è all’insegna dell’aquila reale, che rappresenta il coraggio, la forza e la lungimiranza. Noi auguriamo queste caratteristiche a tutti i fans della Ötztaler Radmarathon e aspettiamo con gioia questo giubileo, che avrà luogo nel 2021” dice Dominic Kuen.

Ulteriori Informazioni sul sito ufficiale

16 aprile 2020 - A seguito della Delibera Presidenziale N. 40 “Emergenza Coronavirus” del 14.04.2020 del Presidente della Federazione Ciclistica Italiana, Renato Di Rocco, si comunica che la V edizione della Gran Fondo Nel Parco Sarto, prevista nel Calendario Nazionale della FCI in data 28 giugno 2020 è da ritenersi annullata per cause di forza maggiore. Il Comitato Organizzatore dà l’arrivederci al 27 giugno 2021.

In base al Regolamento Particolare di Gara approvato dalla Struttura Amatoriale Nazionale della FCI e pubblicato sul sito www.granfondonelparco.it , le quote di iscrizione già versate non sarebbero rimborsabili; tuttavia il C.O. ha deciso di ritenerle confermate per la successiva edizione, fatta salva la possibilità di richiederne il rimborso tramite e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Il C.O. valuterà entro il 15 giugno c.a. la possibilità di svolgere, il giorno 26 luglio 2020, con i criteri di massima sicurezza per i partecipanti, gli accompagnatori, lo staff e il pubblico, una attività con diverse caratteristiche da quelle di una granfondo classica, che conservi la natura di partecipazione positiva, di godimento del Territorio e, se possibile, di un leggero spirito agonistico.

L’anima con la quale il C.O. sta valutando queste possibilità è quella di non arrendersi di fronte ad alcuna difficoltà e di attuare tutte le risorse resilienti dell’organizzazione per assicurare un evento che rappresenti la voglia di ritornare presto a pedalare sulle strade, nella vita e nei sogni più belli.

 

 

Free Joomla! template by L.THEME