Dopo alcuni anni di assenza il GS Loabikers riporta i ciclisti a Pietra Ligure. Al via la 1° Pietra Ligure Cycling Marathon. Saranno 95 i chilometri per 2000 metri di dislivello.

La partenza dal lungo mare di Pietra Ligure
La partenza dal lungo mare di Pietra Ligure

22 settembre 2021, Pietra Ligure (Sv) – Dopo alcuni anni di assenza da piazza San Nicolò, sabato 9 ottobre e domenica 10 ottobre il nucleo centrale di Pietra Ligure si riempirà nuovamente di ciclisti.

Sarà infatti la volta della prima edizione della Pietra Ligure Cycling Marathon, valevole come quinta e penultima prova del Trofeo Loabikers.

Il percorso, di 95 chilometri, cela un dislivello di 2000 metri suddivisi nelle due salite principali: la Madonna della Neve da Carbuta e il Melogno da Bormida.

Si partirà da Pietra Ligure per passare da Finale Ligure, Calice Ligure dove inizierà la scalata verso Carbuta, quindi la Madonna della Neve e lo scollinamento al quadribivio. Si scenderà a Osiglia per costeggiare l’omonimo lago artificiale e dirigersi verso Cosseria, Plodio, Pallare e Bormida. Qui si darà il via alla risalita fino al Melogno, da cui, con una lunga e rapida discesa, si tornerà a Pietra Ligure.

Maggiori dettagli alla pagina ufficiale della manifestazione. 

PROSSIME TAPPE TROFEO LOABIKERS 2021

10 ottobre: Pietra Ligure Cycling Marathon – Pietra Ligure (Sv)
17 ottobre: Granfondo Bioenergy Food – Loano (Sv)

Tutti i dettagli si trovano nella pagina dedicata del sito del Gs Loabikers.

CONTATTI

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.loabikers.com

tel. 3356872887

Circa 800 gli iscritti alla Granfondo del Gallo Nero, che ha portato a pedalare nelle splendide terre del Chianti Classico.

Testo: Michele Bazzani - Foto: Marco Bazzani e Organizzazione

21 settembre 2021 - Da alcuni anni il territorio del Chianti Classico è diventato zona di elezione per la bicicletta. Il turismo ciclabile si sposa alla perfezione con la valorizzazione delle peculiarità di questo famoso spicchio di Toscana, con colline dolci ma mai banali in un paesaggio che ti sorprende a ogni angolo. La Granfondo del Gallo Nero, lanciata alcuni anni fa con lungimiranza dal Consorzio del Chianti Classico, si inserisce in questo contesto e offre l’occasione per poter visitare queste terre dove il vino è il protagonista assoluto.

Dopo lo stop di un anno per pandemia (nel 2020 si tenne comunque un divertente bike day non agonistico) i cicloamatori tornano ad affollare le strade di Radda in Chianti: bellissimo il colpo d’occhio delle griglie di partenza dove la domenica mattina si radunano circa 800 iscritti. Le misure di sicurezza dettate dalle autorità e ben approntate dall’organizzazione non impediscono di mettere in scena un grande evento che, nel menu ciclistico, prevede un percorso unico di 102 chilometri.

Per me sono le familiari strade di case, ma è sempre una nuova emozione farla in gara. In griglia i miei compagni di squadra sono carichi ed entusiasti. Solo Fabio, al rientro agonistico dopo due anni, mostra qualche timore. Ma l’energia, che cresce nei momenti che precedono il via, fa dimenticare tutto. La speaker Irene intervista i vip presenti, tra cui l’olimpionico Juri Chechi, e la sua voce scalda l’ambiente.

Il conto alla rovescia che precede lo start fa salire il battito cardiaco. Siamo pronti, via! La discesa iniziale è ad andatura controllata per evitare i rischi, poi la corsa deflagra già sulla prima salita di Panzano. Il cuore balza in gola e si cerca con affanno di tenere le ruote dei primi. Vedo sfilare al mio fianco tanti amici con cui spesso condividiamo gli allenamenti, su queste stesse strade. Ma oggi è un’altra musica. Sul Passo del Sugame il gruppo, finora compatto, esplode in tanti rivoli, mentre l’acido lattico comincia a mordere i muscoli. Si molla un po', la gara è ancora lunga e le energie risparmiate saranno preziose nel finale. Vengo raggiunto da un gruppo tirato dall’infaticabile Luca, a servizio della sua capitana, e da Fabio che mi pilota in discesa per consentirmi di recuperare. Poco dopo sarà il temporale annunciato ad attirare le nostre preoccupazioni. In certi momenti non si vede quasi più la strada e si gioca a indovinare le traiettorie. Nel folto gruppo che si forma nella pianura successiva (poca per la verità) ritrovo l’amico Daniele con cui percorrerò tutta l’ultima parte di gara. La salita verso Castellina è lunga e pedalabile, ma non c’è mai un momento di pausa. Chi ha esagerato all’inizio è costretto a staccarsi. Io adesso sto meglio e mi incarico di fare l’andatura, forte della conoscenza del percorso. Attraversiamo una cresta con panorami mozzafiato verso la Valdelsa e i vigneti circostanti, in piena vendemmia. Le antenne di Macia Morta segnano il punto più alto, poi di nuovo giù in picchiata, mentre la pioggia riprende il suo compito di rendere più complesso il finale di gara. Un crampo lancinante mi scuote ai meno cinque. Devo rallentare, ma non mollo: c’è da fare l’ultima salita che ci porterà sul traguardo posto a fianco delle mura del centro storico di Radda e si spinge fino al termine.

Qualche minuto prima questo stesso traguardo era stato passerella trionfale per Luca Chiesa e Annalisa Prato, vincitori delle rispettive gare. Ritrovo amici e compagni di squadra, tutti sorridenti e divertiti dopo una gara che ci ha messo a dura prova a dispetto del percorso apparentemente facile, ma dove abbiamo potuto dare il meglio di noi. Anche la pioggia non ha guastato il divertimento, ma la festa finale non potrà svolgersi per le misure sanitarie. Poco male. Il rammarico è cancellato dal pensiero di una giornata vissuta all’insegna dello sport e dell’amicizia e dalla speranza che l’anno prossimo potremo tornare a vivere questa manifestazione a pieno regime. Personalmente non vedo l’ora: alzo il mio calice di Chianti Classico e brindo, sognando già la prossima edizione.

 

 

Definite le regole da rispettare e i documenti da presentare per poter prendere parte in totale sicurezza e a norma di legge alla granfondo in programma domenica 3 ottobre a San Benedetto del Tronto (Ap). Fino al 30 settembre iscrizioni a 40 euro per i singoli e promozioni super per i gruppi.

Occhio al rispetto delle regole anticovid

16 settembre 2021, San Benedetto del Tronto (Ap) - Semplici norme e pochi documenti saranno necessari per poter prendere parte in totale sicurezza alla Granfondo San Benedetto del Tronto - Ciù Ciù di domenica 3 ottobre.

Per scoprire tutte le norme da seguire tassativamente e per scaricare i documenti da presentare obbligatoriamente basterà cliccare ai seguenti link:

Tutta la logistica pre e post gara sarà ubicata al Geko Village (clicca qui).

Per tutti i gusti e per tutte le tasche le convenzioni soggiorno (clicca qui), senza dimenticare che grazie alla collaborazione con l’Associazione albergatori Riviera delle Palme, per tutti gli iscritti ci sarà una notte in omaggio purché portino un accompagnatore pagante.

ISCRIZIONI: 40 euro sino al 30 settembre. Previsti 50 dorsali in griglia oro al prezzo di 70 euro, da prenotare. I gruppi con più di 10 atleti potranno usufruire della quota di 25 euro cadauno fino al 30 settembre. I diversamente abili non pagheranno la quota. Iscrizioni online sul sito KronoService.

Ulteriori dettagli sul sito internet ufficiale, mentre i vari aggiornamenti potranno essere seguiti in tempo reale sulla pagina Facebook o sul profilo InstagramPer avere informazioni, invece, basterà scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

 

Mancano pochi giorni alla 3ª edizione della granfondo di domenica 26 settembre a Filottrano (An). Iscrizioni a 50 euro fino al giorno della manifestazione.

Si avvicina la Granfondo Michele Scarponi

20 settembre 2021, Filottrano (An) - E’ iniziato il conto alla rovescia della 3ª Granfondo Michele Scarponi - Strade imbrecciate di domenica 26 settembre a Filottrano e gli organizzatori hanno definito tutto il protocollo da seguire in base alla normativa anticontagio.

Il Comitato organizzatore, specifica che secondo la normativa vigente e i protocolli, non è previsto l’obbligo di Green Pass (certificazione verde COVID-19 - EU digital COVID) per partecipare allamanifestazione. Ai partecipanti viene richiesto però di presentarsi al ritiro del pettorale muniti di:

  • modulo di autocertificazione COVID-19 compilato e firmato (scarica da qui)

  • modulo di ritiro del pacco gara per conto terzi compilato e firmato (scarica da qui)

Rimangono inoltre valide le norme comportamentali per il contenimento del Covid-1.

Iscrizioni a 50 euro fino al giorno della manifestazionePer iscriversi cliccare qui. Le iscrizioni effettuate per l'edizione 2020 saranno considerate valide e sarà possibile il cambio di nominativo.

Per tutte le altre informazioni è possibile fare riferimento al regolamento e alle informazioni presenti sui social e sul sito ufficiale della granfondo. Per eventuali domande si potrà scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Per eventuali delegati a ritirare il pacco gara per più persone sarà necessario presentare le deleghe e le autocertificazioni di ogni atleta. Anche tutti coloro che si presenteranno singolarmente dovranno essere muniti di autocertificazione. Il quartier generale della 3ª edizione della granfondo sarà al PalaGalizia. Appuntamento domenica 26 settembre a Filottrano (An). Iscrizioni a 50 euro fino al giorno della manifestazione.

Si avvicina la Granfondo Michele Scarponi (ph Gaia Branchesi)

15 settembre 2021, Filottrano (An) - Si avvicina il giorno della 3ª Granfondo Michele Scarponi - Strade imbrecciate di domenica 26 settembre a Filottrano e gli organizzatori raccomandano ai partecipanti di seguire alla lettera tutte le disposizioni riguardanti la sicurezza.

Ecco, dunque, che per ritirare i pacchi gara per più persone sarà necessario che l'incaricato si presenti munito di deleghe e autocertificazioni compilate da ogni atleta (clicca qui). Diversamente non sarà possibile ritirare il pacco gara per conto terzi. Per chi si presenterà singoralemente sarà necessario essere muniti di autocertificazione (clicca qui).

Si ricorda che la segreteria sarà ubicata al PalaGalizia, dove oltre al ritiro dei pacchi gara e dei dorsali si terranno le iscrizioni, la verifica tessere, il pasta party (preconfezionato) e le premiazioni di categoria.

Partenza e arrivo, invece, saranno come al solito lungo Corso del Popolo. Le griglie di partenza saranno così suddivise: dal numero 1 al 500 dal 501 al 1000 e dal 1001 in poi. Tre i tracciati: il lungo di circa 135 chilometri e 3000 metri di dislivello, il medio di circa 90 chilometri e 1900 metri di dislivello e un corto non competitivo di 70 chilometri e 1000 metri di dislivello.

Partenza e arrivo, invece, saranno come al solito lungo Corso del Popolo. Le griglie di partenza saranno così suddivise: dal numero 1 al 500 dal 501 al 1000 e dal 1001 in poi.

Tre i tracciati:  il lungo di circa 135 chilometri e 3000 metri di dislivello, il medio di circa 90 chilometri e 1900 metri di dislivello e un corto non competitivo di 70 chilometri e 1000 metri di dislivello.

La manifestazione è organizzata dal Gc Michele Scarponi, in collaborazione con l’ASD Waypoint Filottrano. L'evento, patrocinato dalla Fondazione Michele Scarponi, è inserito nel Marche Marathon, nel Nalini Road Series e nel Prestigio di CT.

Iscrizioni a 50 euro fino al giorno della manifestazionePer iscriversi cliccare qui. Le iscrizioni effettuate per l'edizione 2020 saranno considerate valide e sarà possibile il cambio di nominativo.

Ulteriori dettagli sul sito ufficiale della granfondoSi ricorda anche la pagina Facebook. Per avere informazioni, invece, si potrà scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

Pagina 1 di 113

 

Free Joomla! template by L.THEME