Notizie 
mercoledģ 22 novembre 2017
Granfondo Randonneč Cicloturismo Appunti di viaggio Rubriche
 
Inserito il 14 novembre 2017 alle 16:38:00 da enrico. IT - TEAM - Letto: (486)

Una stagione d'oro per il Team Cannondale Gobbi FSA

Una stagione ricca di successi quella dei neroverdi. Ora si guarda al 2018.

14 novembre 2017 – Una stagione ricca di successi quella del Team Cannondale Gobbi FSA che, grazie alle sue due punte, Federico Pozzetto e Christian Barchi, ha calcato i podi di quasi tutte le granfondo a cui ha preso parte.

Un avvio di stagione scoppiettante, che ha portato il team fino alle ferie estive con un medagliere capace di contare ben 12 medaglie d'oro.

La cavalcata post agostana riprende il 3 settembre a Cesenatico (Fc) dove Christian Barchi, che corre sulle strade di casa, si aggiudica la Granfondo Pantanissima.

Sono passati venti chilometri dalla partenza quando inizia il primo tratto leggermente vallonato; sono in quattro a prendere il volo, tra cui anche Christian Barchi. Al bivio dei percorsi in testa alla corsa, sul percorso di granfondo, restano in tre: Barchi, Scotti e Frignani. Il terzetto collabora per gran parte della gara, ma sulla salita di Montevecchio il cesenate apre il gas e lancia la sua azione. Dopo un chilometro di salita si rende conto che alle sue spalle i compagni di fuga si sono sfaldati, per cui prosegue nella sua azione.

Il vantaggio aumenta e il traguardo si avvicina, fino a quando, dopo 4 ore 22' 57” Christian Barchi passa sotto il traguardo con le braccia rivolte al cielo, lasciando dietro di sé Scotti e Frignani, che giungeranno all'arrivo alla spicciolata.

Le ferie hanno fatto bene al carrellista Barchi, che la domenica successiva, il 10 settembre, a Recanati, in provincia di Macerata, nel bel mezzo delle Marche, vince in solitaria la Granfondo Leopardiana.

La domenica successiva, il 17 settembre, segna il ritorno di Pozzetto alla 1a edizione della Granfondo Milano. La gara parte subito forte e con scatti e controscatti, a 30 chilometri dal via esce la fuga giusta. Al bivio dei percorsi, in testa alla corsa restano in quattro e Pozzetto si lancia all'inseguimento dei fuggitivi, raggiungendoli al termine della prima salita.

Un altro allungo a 5 chilometri dal traguardo riduce il battistrada a tre elementi, che viaggiano compatti verso il traguardo. Nucera lancia la volata, che si conclude con la rimonta di Pozzetto che vince la Granfondo Milano.

Quando il volano è lanciato è difficile fermarlo, così il triestino adottato fiorentino Federico Pozzetto continua la sua cavalcata, che lo porta, domenica 24 settembre, a levare nuovamente le braccia al cielo.

La corsa parte con un po' di scaramucce tra i rappresentanti del gotha del granfondismo nazionale, ma, nonostante i 133 chilometri da percorrere e i 2700 metri di dislivello da scalare, non ha avuto seguito nessuna azione veramente significativa, tanto da portare il folto gruppo di testa compatto all'arrivo, posto in salita.

Non resta che la volata di gruppo dove il più potente vince! La miccia l'accende Cini, ma il più veloce è ancora il triestino Federico Pozzetto, ormai da anni trapiantato nella provincia di Firenze, che queste strade le conosce bene, che vince per distacco a braccia levate.

Le settimane passano e anche Ottobre giunge alle porte. Dopo 10 anni Varese si è tinta nuovamente dei colori dell'iride del Mondiale di Ciclismo targato UCI.

Così domenica 1 ottobre la cittadina lombarda ha ospitato, all'interno della seconda edizione della Granfondo Tre Valli Varesine, la qualificazione necessaria per potere partecipare ai Campionati Mondiali di Granfondo del 2018.

Non potevano certo mancare i colori neroverdi del Team Cannondale Gobbi FSA, che ha presentato alla partenza il triestino Federico Pozzetto, l'aretino Marco Morrone e il vicentino Daniele Chiarello.

E' sul lungo lago che evade la fuga buona, ma sulla salita dura restano solo Pozzetto e Castelnovo, che giungono sul rettilineo dell'arrivo pronti a fare scattare la volata. Non c'è speranza per il minuto milanese contro la potenza del triestino, che vince a braccia alzate la gara della sua categoria, ma che registra anche il miglior tempo assoluto.

Intanto a Caorso(Pc), Christian Barchi, prende parte al quartetto che vince la Coppa del Mondo Crono Squadre ACSI, registrando, anch'egli, il miglior tempo assoluto.

Termina così, con 18 medaglie d'oro, alcune medaglie d'argento e di bronzo e tanti piazzamenti la felice stagione del Team Cannondale Gobbi FSA, la cui direzione è già al lavoro per lq stagione 2018.

Per avere tutte le informazioni sul team visita il sito ufficiale

Visita anche la pagina ufficiale del Team Cannondale Gobbi FSA


Letto : 487 | Torna indietro

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI SU FACEBOOK!!!