Articoli 
venerdě 22 novembre 2019
Granfondo Randonneč Cicloturismo Appunti di viaggio Rubriche
Sezione granfondo    
Inserito il 31 luglio 2013 alle 08:14:28 da gazario. - Letto: (2452)

Elettrico e Piscopo principi del Matese

In una giornata caldissima 350 concorrenti si sfidano sulle rampe della salita molisana, nella prova valida per il Campionato Regionale Granfondo e Mediofondo FCI. Vittorie di Bolletta e D'Ascanio sul percorso più breve.

 

 

(Testo di Piergiorgio Rocci, foto Giampiero Maricca)

30 luglio 2013- C'è voluto tempo per riportare una manifestazione ciclistica amatoriale in provincia di Isernia, finché un immaginoso organizzatore di origini molisane ha tirato fuori la carta, rimasta per anni nascosta della scalata al versante molisano del Matese, già conosciuta al mondo del ciclismo per le imprese dei grandi campioni del passato. La sfida al gigante dell’Appennino meridionale si è giocata l’ultima domenica di luglio, una delle più calde giornate dell’estate 2013.  Ai nastri di partenza si sono presentati circa 350 concorrenti, tra cui Ulrich Fluhme, l’organizzatore tedesco  della granfondo di New York.

Fino al centesimo chilometro il tracciato era comune ai due percorsi, pertanto anche il più breve era caratterizzato oltre che dalla lunga ascesa, da continui strappi con pendenza a doppia cifra fino al traguardo.  La divisione dei percorsi era posta a cinque chilometri dal traguardo  e la gran parte dei ciclofondisti dopo le fatiche affrontate ha tirato i remi in barca, preferendo fermarsi piuttosto che  proseguire per oltre quaranta chilometri e continuare a soffrire con le successive erte inserite appositamente per rendere la granfondo un’impresa alla pari delle regine del nord. Da parte mia pur prediligendo i chilometraggi elevati ero consapevole che questa volta avrei chiesto troppo al mio fisico,  soprattutto perché reiterando giri ad ampio raggio, dopo diverse domeniche comincio ad accusare la fatica. Comunque credo che lo scenario che si apre davanti agli occhi rappresenti un’equa ricompensa per tutti coloro che oltre al risultato sono capaci di apprezzare il lato contemplativo delle uscite in bicicletta. 

Uno sguardo alla classifica ci da l’idea della difficoltà della gara, tant’è che  dopo i primi due ciclisti arrivati insieme: Tommaso Elettrico (Team Calcagni), che è risultato vincitore, e Alessandro Donati (ASD Team Kiklos Abruzzo), che ha interrotto la serie di successi, sono trascorsi venti minuti per il terzo come pure sono tanti i minuti di distacco tra tutti i concorrenti. 

Nella medio fondo il gap  tra il primo classificato Emiliano Bolletta (ASD Redingò Cycling team) che si è imposto anche nella cronoscalata, impiegando un tempo di poco superiore alla mezz’ora per scalare il Matese, e il distacco del piazzato Mauro De Giuli (Team Conti 1980) è superiore a tre minuti.
Impiegando un tempo inferiore alle sei ore Maria Piscopo (Tranchese Cycling) è stata la più veloce tra le donne della granfondo, mentre Roberta D’Ascanio (ASD Pedale Sulmonese) non ha perso il giusto ritmo per fare sua la medio fondo.

Con l’occasione sono state assegnate anche le maglie della FCI ai campioni regionali medio fondo e granfondo, con Nicolangelo Zoppo vero factotum dell’evento e il sindaco di Frosolone, comune  che ha ospitato l’evento, a fare gli onori di casa. Per riprendersi dalle fatiche agli atleti è stato offerto il pranzo all’interno di un ristorante.
 

 

 

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI SU FACEBOOK!!!