Articoli 
mercoledģ 13 novembre 2019
Granfondo Randonneč Cicloturismo Appunti di viaggio Rubriche
Rubriche tecniche Preparazione   
Inserito il 22 febbraio 2013 alle 00:19:38 da dott. Francesco Bond. - Letto: (3298)

Preparazione in altura: metodo e vantaggi

Ormai l'allenamento in altura è una metodologia applicata dalla maggior parte degli atleti di numerosi sport. Questo tipo di allenamento consiste nel fare lavorare il proprio fisico in una condizione di stress per poi riportalo in una condizione di normalità e riuscire, così, a superare i propri limiti.

I carichi  ed i parametri allenanti, per la minor quantità di ossigeno presente in altura, saranno diversi rispetto a quelli normalmente utilizzati negli allenamenti eseguiti sul livello del mare. Al crescere dell'altura, infatti, si registra una graduale diminuzione dellossigeno che va a raggiungere i polmoni con la respirazione; di conseguenza il sistema circolatorio porterà meno ossigeno ai tessuti muscolari con progressivo calo di efficienza dell'organismo. Ne deriva la necessità di ridurre al minimo i carichi di lavori intensi, proprio per non danneggiare i tessuti.

Ciò premesso, è importante sottolineare i vantaggi che l'allenamento in altura può portare allatleta e anche a chi professionista non è, senza sottovalutare i tempi di riposo che, soprattutto in simili allenamenti, sono fondamentali.

Per ottenere dei benefici tangibili dallallenamento in altura è necessario alloggiare ad almeno 1600 metri slm. Il periodo minimo di alloggio per potere ottenere dei vantaggi e godere dei benefici a lungo, è di 15 giorni.

L'atleta, giunto in quota, dovrà trascorrere un periodo di adattamento che prevede  almeno 3 giorni di training moderato, dalle 2 ore di allenamento il primo giorno, fino alle 3 ore il terzo giorno.
Dopo il periodo di adattamento l'atleta dovrà impostare il programma secondo l'obiettivo prefissato, egli potrà quindi:

- allenarsi in altura per una decina di giorni senza forzare, al fine di migliorare la capacità aerobica;

- soggiornare in altura per almeno 20giorni  ma scendendo a valle per effettuare i lavori di qualità, al fine di migliorare il trasporto  d'ossigeno.

Considerate tutte le variazioni che comporta l'allenamento in altura sarebbe molto utile, dopo il periodo di adattamento, effettuare un test di Mader per conoscere la condizione reale dell'atleta, così come sarebbe opportuno effettuare un controllo periodico del peso e della frequenza cardiaca  a riposo.

Al termine degli allenamenti in altura, tornati sul livello del mare, generalmente le sensazioni non sono subito ottimali, serviranno circa 7/10 giorni per poter riscontrare i primi miglioramenti.

E' importante informare gli atleti che si apprestano ad allenarsi in altura per la prima volta che con questa tipologia di allenamento non si scherza, poiché non tutti rispondono allo stesso modo e talvolta, anziché migliorare, si potrebbe compromettere la propria prestazione. Quindi  certamente sconsigliabile a chi non lha mai provato, eseguire questo tipo di allenamento prima di un appuntamento importante

In ogni caso, prima di effettuare un periodo di training in altura è sempre consigliabile valutare e ponderare accuratamente tutti gli aspetti sopra elencati.

21 febbraio 2013


Francesco Bondi, nato a Rimini il 26.11.1974, residente in Bellaria Igea Marina, da cinque anni vive a Castiglione delle Stiviere (MN).

La mia grande passione per lo sport praticato fin da piccolo mi ha portato a esercitare, negli anni, numerose discipline sportive sempre con molta passione e divertimento.

Con il ciclismo, in particolare, è scattata la mia passione più autentica tantè che, una volta conosciuto ed iniziato a praticare, non ho più mollato questo magnifico sport.

La dedizione per lo sport ed in particolare per il ciclismo mi ha invogliato da prima a conseguire il patentino da Direttore Sportivo di 1° Livello, e poi ad iscrivermi al corso di Laurea in Scienze Motorie per approfondire ulteriormente, anche a livello scientifico, il significato di SPORT, PREPARAZIONE, ALIMENTAZIONE.

Così nel 2009, dopo la Tesi di Laurea Metodologie dallenamento nel ciclismo: applicazione, sviluppo e risultati, ho intrapreso lattività di preparatore atletico con lobiettivo di promuovere la cultura dello sport in mezzo ai giovani e soddisfare le esigenze degli atleti, mettendo a disposizione le conoscenze acquisite e lesperienza accumulata negli anni di ciclismo praticato.

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI SU FACEBOOK!!!