Articoli 
mercoledģ 23 ottobre 2019
Granfondo Randonneč Cicloturismo Appunti di viaggio Rubriche
News dalle aziende Ultime news   
Inserito il 24 luglio 2012 alle 07:09:44 da Enrico Cavallini. - Letto: (5129)

Cosa bere prima, durante e dopo l'attività fisica

L'attività fisica comporta un incremento del dispendio energetico accompagnato da una maggiore produzione di sudore: il mezzo attraverso il quale il nostro corpo disperde il calore che si sviluppa durante la contrazione muscolare. Vediamo come gestire al meglio questa situazione.

L'alterazione del bilancio idrico è estremamente importante sebbene spesso ci si concentri solo sul dispendio calorico: basti ricordare che un digiuno alimentare può essere tollerato per un lungo periodo, mentre la mancanza di acqua porta a danni irreparabili in poco tempo.

Gli sportivi devono prestare molta attenzione al proprio fabbisogno di liquidi e al proprio stato di idratazione portando sempre accanto a sé una bibita.

Ogni perdita di liquido, infatti, deve essere adeguatamente compensata, con tanta maggiore accortezza quanto più è prolungato lo sforzo e più è elevata la temperatura atmosferica.

Uno dei consigli principe è quello di bere prima che compaia la sensazione di sete. Infatti la sensazione di sete è un campanello di allarme di una situazione fisica andata fuori dai parametri, ossia, quando si avverte la sete è già tardi.

Occorre quindi bere con regolarità durante gli sforzi fisici, sia in gara che in allenamento).

La scelta della bibita più adatta non è, di norma, difficile: l'acqua è, almeno in prima battuta, la bevanda migliore per gli sportivi. L'integrazione con zuccheri, vitamine e minerali è secondaria in quanto, bevande sbilanciate in termini di apporto di minerali, possono comportare il rischio di ritardare notevolmente la reidratazione dei tessuti. Un errata percentuale di componenti disciolti nell'acqua possono rendere la bibita inefficace o eccessivamente difficile da assimilare, andando così a inficiare nella prestazione sportiva.

Al termine di un allenamento o di una gara, pertanto, soprattutto nel caso in cui la sudorazione non è molto profusa, si consiglia di dare la precedenza all'acqua o alle bevande con meno del 10% di zucchero e sali minerali evitando di sciogliere zucchero o sostanze energetiche, magari in una spremuta di frutta già ricca di zuccheri naturali. E' così preferibile affidarsi ai cosiddetti integratori salini, dove si ha la sicurezza che tutti i nutrienti, i minerali e le vitamine necessarie, sia dosati nella giusta quantità. Si deve anche porre attenzione sulla qualità del prodotto.

Qualora la disciplina praticata prevede un grande e prolungato sforzo muscolare ma anche nel caso in cui le condizioni atmosferiche facciano notevolmente aumentare la sudorazione, invece, è consigliabile bere piccole quantità (circa 200 ml) di liquidi ogni 15-20 minuti e diventa giustificato il ricorso a prodotti formulati appositamente per integrare la perdita di acqua, sali minerali, vitamine e fonti energetiche quali sport drinks (detti anche "bevande sportive" o, più precisamente, "integratori salini"), energy drinks, bevande vitaminizzate e integratori. E' sufficiente una perdita di liquidi pari al 2% del peso corporeo, infatti, per fare calare drasticamente l'efficienza fisica e per generare un evidente senso di spossatezza.

Gli integratori idrosalini, in particolare, possono essere distinti in tre gruppi a seconda delle caratteristiche chimiche che comportano pure il fatto che, a seconda ella categoria di appartenenza, ogni prodotto può essere più utile prima, durante o dopo una attività sportiva.

Bevande "ipertoniche"

La concentrazione di "soluti" (zuccheri e sali minerali) disciolti nella bevanda è superiore a quella del plasma sanguigno. Dato che l'assimilazione dei soluti di tali bevande avviene in tempi lunghi, queste vanno assunte dopo l'allenamento o la gara.

Di questa famiglia ne è un buon rappresentante il Mineral Drink Light della Inkospor. Il basso contenuto di carboidrati presenti in Mineral Drink Light garantisce inoltre un miglior assorbimento dei liquidi a livello intestinale ed è particolarmente adatto per riequilibrare velocemente il livello idrosalino nell'organismo. Mineral Drink Light se usato regolarmente dopo ogni attività sportiva riduce nel tempo l'insorgere dei crampi.


Bevande "isotoniche"

La concentrazione di "soluti" (zuccheri e sali minerali) disciolti nella bevanda è simile a quella del plasma sanguigno. L'assimilazione avviene in tempi medio-rapidi per cui queste bevande possono essere assunte prima o durante l'allenamento o la gara.

Ecco quindi un prodotto che fa al caso nostro: Active ISO Drink sempre della Inkospor. Una bevanda rinfrescante isotonica, ipocalorica, frutta contenuta (6%) per una rapida rigenerazione dellorganismo anche grazie allaggiunta di vitamine e magnesio. Rinfresca e toglie la sete dando un piacevole senso di benessere.


Bevande"ipotoniche"

La concentrazione di "soluti" disciolti nella bevanda è inferiore a quella del plasma sanguigno. Questa caratteristica facilita ed accelera, rispetto alle bibite ipertoniche ed isotoniche, l'assimilazione del liquido e delle sostanze nutrienti da parte dell'organismo, rendendo così più efficace e veloce il ripristino dell'equilibrio, prevenendo la disidratazione e l'indebolimento della funzionalità fisica. Le bevande ipotoniche, pertanto, possono essere assunte poco prima o durante l'allenamento o la gara.

Anche in questo caso il marchio tedesco Inkospor ci può venire in aiuto con un prodotto veramente interessante: X-TREME POWER DRINK.

E' un preparato per una bevanda energetica con maltodestrine (combinazione di glucidi ad assimilazione lenta, progressiva, rapida), con minerali, vitamina C, E (antiossidante), B1 (per il metabolismo dei carboidrati) e B2 (per il metabolismo energetico), facilmente assimilabile e ben tollerato durante lo sforzo grazie al suo ph neutro. X-TREME POWER DRINK è raccomandato per tutti gli sportivi in quanto permette un apporto energetico immediato e duraturo.

* Fonte: Dr. Luca La Fauci, Biologo Nutrizionista da www.ilnutrizionista.com

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI SU FACEBOOK!!!