Articoli 
martedě 22 ottobre 2019
Granfondo Randonneč Cicloturismo Appunti di viaggio Rubriche
Sezione granfondo    
Inserito il 20 febbraio 2012 alle 07:16:19 da Enrico Cavallini. - Letto: (2842)

Paolo Aghini - Ecco chi ha pagato per il maltempo

Le prime due manifestazioni si sono spostate a causa del maltempo e, per puro caso, sono andate, entrambe, a posizionarsi in concomitanza alle manifestazioni organizzate dal Folgore Bike. Come l'avrà presa il suo presidente?

di Enrico Cavallini (foto Play Full)

Paolo Aghini


Nato a Livorno il 22 dicembre 1958

Residente a:  Cascina (PI)

Manifestazioni organizzate:
una Settimana Ciclistica Militare,
tre manifestazioni di ciclismo per giovanissimi gimkana e fuoristrada,
un campionato italiano interforze strada,
sette granfondo (prima edizione 2006) e
due cicloraduni.

Attuale occupazione:
ex sottufficiale in congedo della Brigata Paracadutisti Folgore
Ciao Paolo,
un Autunno quasi primaverile, un pranzo di Natale a base di bistecche alla griglia in giardino e poi, non appena è ora di partire con le granfondo, zacchete che il Gelo Siberiano sceglie di svernare in Italia. Freddo...tanto, vento...forte, un connubio così letale da mandare gambe all'aria le prime due manifestazioni a calendario: la Granfondo di Loano e la Granfondo di Laigueglia. Gli spostamenti di data sono inevitabili in certe occasioni e entrambe le manifestazioni si sono spostate nelle uniche date in cui potevano: al 26 febbraio e al 25 marzo.

Cos'hanno di strano queste date? Che la prima è in concomitanza con la Cronosquadre del Tirreno e la seconda con la Granfondo Inkospor - Casciana Terme entrambe organizzate da te. Come l'hai presa questa notizia?
Devo dirti che appena ho saputo la notizia sono rimasto un po' perplesso, ma poi, tutto sommato, l'ho presa bene anche perché le sfide non mi fanno certamente paura: ho ancora nel sangue lo spirito dei Leoni della Folgore abituati a battersi in 1 contro 20.

La Cronosquadre, sicuramente non avrà problemi in quanto è una disciplina abbastanza particolare e chi si è preparato per questa certamente non va da altre parti. O mi sbaglio? Hai riscontrato delle defezioni alla crono?
Non ti sbagli. Ritengo che chi decide di fare una cronometro a squadre sia un atleta che predilige le corse in linea veloci e non ho riscontrato alcuna defezione tra le squadre che si sono iscritte alla crono, anzi; sono contentissimo perché abbiamo superato le 60 squadre e il numero è destinato a crescere.

Sicuramente più “ingombrante” la Granfondo di Laigueglia che con i suoi 3000 iscritti è una fastidiosa concomitanza. Pensi che ti porterà via degli iscritti?
Cosa devo dirti: per il momento non vedo nessun rallentamento tra gli iscritti, rispetto alla stessa data dell'anno scorso; quello che posso dirti è che i cicloamatori sanno bene dove andare per divertirsi e trascorrere una sana giornata di divertimento. Vedremo alla fine chi ci avrà più rimesso.

Alla Granfondo Inkospor – Casciana Terme, hai più il timore di non avere ulteriori iscritti, probabilmente già impegnati in Liguria, o temi di più che gli abbonati al Granducato ti lascino in braghe di tela?
Credo che forse potremmo avere un calo per gli abbonati partecipanti alla granfondo  piuttosto che tra gli iscritti singolarmente.

Hai pensato a qualche contro-azione per tenerti almeno gli abbonati?
Certamente: la granfondo varrà punteggio doppio per tutti singoli e società

Come ne esci, spiritualmente parlando, da questa esperienza?
Bene, anzi benissimo, e questo perché chi come me - e mi riferisco anche agli altri organizzatori del granducato - decide di organizzare un granfondo motivato soltanto dal puro spirito di mettere in piedi una manifestazione per far trascorrere una domenica di divertimento ai tanti appassionati di ciclismo, offrendo a loro e alle loro famiglie l'occasione di visitare le belle città della toscana o di trascorrere un fine settimana di relax termale come nel mia granfondo non può che essere tranquillo; il problema forse lo ha chi organizza eventi con mire più “professionistiche” al quale alla fine, forse, gli mancheranno migliaia di "euri" nel cassetto... Grazie a Dio io non ho di questi problemi.

A giorni partirà la prima edizione della Cronosquadre del Tirreno. Pensi di poterla portare al livello di quella di Bartoli?
L'intento è quello di organizzare una cronosquadre bella e ben strutturata; stiamo facendo tutti gli sforzi possibili per riuscirci, lo stimolo è certamente forte e cercheremo di portarla a livello della Cronosquadre della Versilia che è una bellissima manifestazione organizzata perfettamente. Sai oggi giorno non possiamo dar vita a manifestazioni di serie "B": gli amatori sono molto esigenti ed è giusto fare di tutto per accontentarli.

Non hai mai pensato di creare una sorta di circuito con quella di Bartoli e fidelizzare gli appassionati della disciplina?
Perché no?! Sarebbe bello poter avere due crono a pochi chilometri di distanza unite in un circuito di cronsquadre e magari, visto che nella nostra si assegna la Coppa del Mondo di crono, estendere a due le prove per aggiudicarsi questo ambito titolo. Proprio per questo, avendo avuto in eredità dal Veloclub San Vincenzo la crono, la prima cosa che ho fatto è stata quella di redigere un regolamento che fosse lo specchio di quello della crono squadre di Bartoli. Io sono disponibile per mettermi ad un tavolo e parlare di questo progetto.

Qualche novità per Casciana Terme del 25 marzo, invece?
La prima è legata alla crono scalata del venerdì, la seconda è legata al cambiamento della zona della segreteria che per quest'anno sarà presso il Club Vecchia Quercia in via Magnani sempre a Casciana Terme (PI); la terza novità è la possibilità di prenotarsi per la “Cena del Ciclista”. Infine vorrei segnalare la quota del nuovo percorso cicloturistico, riservato a coloro che si iscriveranno come tali, a soli €20,00.
La partenza alla francese sarà possibile fino a 10 minuti prima del via ufficiale con rilevamento tramite un braccialetto elettronico che sarà consegnato al momento del ritiro della busta tecnica. Anche i cicloturisti porteranno punteggio alle proprie società.

Ti ringrazio per la chiacchierata.

enrico cavallini

(20 febbraio 2012)
 

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI SU FACEBOOK!!!