Articoli 
mercoledģ 22 novembre 2017
Granfondo Randonneč Cicloturismo Appunti di viaggio Rubriche
Rubriche tecniche Aziende   
Inserito il 02 novembre 2017 alle 15:06:10 da enrico. - Letto: (798)

Abbigliamento ciclismo invernale: cosa indossare in base alla temperatura

Ogni volta che durante l’inverno decidiamo di uscire con la nostra bici ripetiamo un rito. Per prima cosa guardiamo il meteo su internet, poi apriamo l’armadio per scegliere l’abbigliamento da ciclismo invernale adeguato per la giornata, ci vestiamo, cambiamo idea, prendiamo più vestiti o meno vestiti, e, ad uscita conclusa, ci rendiamo conto di aver sudato più del necessario o di essere congelati per aver scelto capi inadeguati

In questo articolo vogliamo fornirti una guida con gli indumenti da utilizzare o da evitare a seconda della temperatura che troverai nei tuoi allenamenti.

 

 

Abbigliamento invernale per temperature tra 10-15 ° C

Lo sappiamo, per la maggior parte delle persone questa temperatura può essere considerata primaverile, ma nel sud e nelle isole questo è freddo!

Questo range di temperatura è forse il più complicato da gestire, poiché durante la mattina fa più fresco, ma via via che ci avviciniamo alle ore centrali il sole riscalda e può succedere che finiamo per sudare più del necessario. Ecco perché ti consigliamo:

Maglia manica corta e salopette corta

Con queste temperature il corpo necessita di un po’ più di tempo per riscaldarsi, ma quando questo succede hai bisogno d’indossare capi che traspirino correttamente. Ecco perché il completo estivo è il più indicato, ma con gli accessori che vedremo qui di seguito.

Manicotti

Sono il complemento essenziale da ciclismo per pedalare con queste temperature, in un primo momento ti riparano e puoi sempre toglierli alla fine dell’allenamento quando la temperatura sale.

I manicotti devono vestirti come una seconda pelle, aderenti ma senza compromettere la circolazione. Il tessuto deve essere caldo ma all'esterno il più liscio e idrorepellente possibile.

 

I manicotti NORMANDIA sono un'opzione di grande qualità e durata.

 

 

Maglia intima termica a maniche corte

La maglia termica mantiene il calore del corpo durante l'attività fisica ed allo stesso tempo espelle il sudore, evitando la sensazione di bagnato.

La cosa migliore è indossare una maglia a manica corta, in modo da poterla completare con i manicotti.

Ti consigliamo di dare un'occhiata alla maglia termica a manica corta Bicycle Line TRASPIRA.

 

 

Gambali o ginocchiere

Sono gli accessori ideali per riparare le gambe nelle giornate umide o se mal sopporti le basse temperature.

I gambali copriranno dal bordo del pantaloncino fino alle caviglie e sono la scelta ideale in quanto non ti danno la sensazione di oppressione della calzamaglia lunga. Le ginocchiere coprono appena sotto le ginocchia e impediscono alle cosce di raffreddarsi.

 

I gambali e le ginocchiere NORMANDIA sono altamente raccomandati per il loro buon rapporto qualità-prezzo.

 

Calzini invernali

A seconda di quanto ventilate siano le tue scarpe da ciclismo entrerà più o meno freddo.

Indossare dei copriscarpe in neoprene con queste temperature causerebbe una eccessiva sudorazione, così per evitare il raffreddamento delle dita dei piedi sarà più che sufficiente scegliere un buon paio di calzini invernali.

Guanti lunghi ma leggeri

Proteggersi dal vento e dal freddo non significa ne    cessariamente indossare un guanto da sci. Con questi riusciremo soltanto a fare sudare le nostre mani.

Sarà sufficiente indossare dei guanti da ciclismo che ci forniscano una buona presa e che coprano le dita e le mani con un tessuto morbido che protegga dal vento.

 

Abbigliamento ciclismo invernale per temperature tra 5-10 ° C

Con queste temperature non si scherza ed è necessario indossare abbigliamento invernale da ciclista in quanto tale, senza coprire il nostro corpo con gli accessori, ma utilizzando maglie, calzamaglie e accessori progettati per mantenere la nostra temperatura.

Maglia invernale

Una maglia invernale si differenzia da quella estiva per la lunghezza delle maniche (ovviamente!) e perché il tessuto con il quale è realizzata è più pesante ed è progettato per mantenerci caldi, senza dimenticare la traspirabilità.

La maglia invernale può essere utilizzata con temperature tra i 10 e i 15°C se siamo sicuri che il termometro non scenderà, ma per temperature di 5 e 10°C, si consiglia di abbinare una maglietta intimo termica.

Bisogna tenere presente che in inverno la visibilità è minore e si consiglia di indossare indumenti con colori vivaci e con elementi riflettenti.

 



La maglia manica lunga ESCAPE con numerosi elementi reflex, è un ottimo esempio di quello di cui abbiamo appena parlato.

 

Maglia intimo termica

Le caratteristiche di questa maglia termica sono identiche a quelle precedentemente descritte, tuttavia a seconda dello spessore delle maniche della maglia invernale e della temperatura, possiamo utilizzare una versione a manica lunga per coprire completamente la nostra parte superiore con due strati.

Calzamaglia lunga

Se siamo sinceri la calzamaglia da ciclismo è forse il capo meno confortevole dell'abbigliamento tecnico invernale. Avere le ginocchia totalmente coperte è scomodo quando si pedala. Comunque i tessuti all’avanguardia sempre più morbidi ed elastici riducono al minimo questo disagio.

Per questa fascia di temperatura la calzamaglia dovrebbe avere un tessuto simile a quello della maglia, con un maggiore grado di elasticità, ma senza diventare troppo coprente, in quanto le gambe non accusano tanto il freddo come la parte superiore del nostro corpo.

I dettagli da non sottovalutare sono gli elementi riflettenti e le cuciture piatte che aumentano il comfort.

 

In questa fascia di temperatura ti consigliamo di dare un'occhiata al pantalone invernale MOTIVE.

Copriscarpe o copripunta

Il vento passa attraverso la calzatura e influisce in maniera importante sui nostri piedi, per questo motivo sono stati inventati i copriscarpe, diventando un accessorio quasi indispensabile.

Sono disponibili in diversi materiali, per combattere il freddo consigliamo quelli in neoprene, in quanto proteggono molto bene dall'aria e offrono anche un certo grado di protezione contro l'acqua.

 

I copriscarpe LONDRA hanno un prezzo ragionevole e soddisfano le esigenze.

 

Molte volte non è necessario coprire tutto il piede poiché sono le dita la parte più colpita dal freddo. I copripunta sono una grande invenzione: occupano poco spazio e non ingombrano.

Sono realizzati in tessuto termico e rivestiti per isolare bene dalla punta dei piedi fino alla fine dell'attacco.

 

Guanti da ciclismo invernali

Scendono le temperature e bisogna aumentare il grado di protezione.

Qui dobbiamo usare guanti invernali per il ciclismo che ci garantiscano una protezione adeguata attraverso l’impiego di tessuti più avanzati. Il più comune di questi è la membrana, molto resistente al vento e al freddo, ma che offre un certo grado di traspirabilità, evitando il sudore e i problemi che questo comporta.

Sul palmo dovrebbe essere presente una parte in spugna per asciugare il sudore della fronte, e la chiusura dovrebbe permettere di inserire il polsino della maglia per evitare ogni apertura attraverso la quale potrebbe passare il freddo.

 

Indubbiamente i guanti SCUDO sono un riferimento in questo segmento.

Abbigliamento ciclismo invernale per ciclismo con temperature inferiori a 5ºC

Se sei arrivato fino a qui è perché niente ti ferma quando è il momento di uscire ad allenarti e vuoi avere il meglio per combattere le basse temperature.

In questa sezione vedremo i capi invernali da ciclismo con i materiali più avanzati del settore, progettati per le condizioni più estreme:

Giacca da ciclismo invernale

Una giacca per affrontare le uscite invernali deve soddisfare le più alte esigenze:

- Pannelli termici sul petto

- Tessuto termico isolante ma traspirante allo stesso tempo

- Resistenza all'acqua

- Chiusura lampo con pattina frangivento che impedisce l'ingresso dell'aria

- Colori vistosi e pannelli riflettenti

La tendenza degli ultimi tempi è una minore concentrazione di tessuto termico nella parte posteriore in modo da aumentare la traspirazione, perché, dopo tutto, quello che ci interessa è proteggere il petto, la parte più colpita dall’aria e dal freddo.

 

Nei giubbini invernali per il ciclismo il modello che non vi deluderà è il CASEY

 

Intimo termico di alta qualità

Anche se come secondo strato è possibile utilizzare la maglia invernale, indossare una maglia intimo termica a manica lunga è la soluzione più confortevole e calda.

Per quanto riguarda i materiali, si consiglia di salire di livello e scegliere tessuti più naturali che mantengono il calore, come lana Merinos, materiale particolarmente indicato per evitare i cattivi odori.

Calzamaglia termica

Se prima abbiamo parlato di cercare una calzamaglia lunga ma con un tessuto non troppo pesante, ora ci serve l'opposto.

Un pantalone da ciclismo invernale deve essere realizzato con tessuti con membrane traspiranti che proteggano dal vento e anche smerigliati all'interno per mantenere la temperatura che generiamo.

È anche importante che la parte superiore copra l'area addominale, evitando che la pancia rimanga scoperta nel caso in cui la giacca salga, anche la parte posteriore dovrebbe essere coperta da tessuto traspirante che aiuti l’eliminazione del sudore.

 

Senza alcun dubbio per quest'inverno scegliamo la calzamaglia FREDDA

 

Guanti ciclismo invernali

Qui dobbiamo prendere spunto dagli sport che abbiano un legame con la neve. Un paio di guanti da ciclismo per l'inverno che ci assicuri massima protezione sarà quindi molto simile a quello utilizzato per lo sci.

La protezione e l'isolamento devono essere totali, utilizzando uno strato pesante di tessuto termico e un rivestimento idrorepellente per evitare che l'acqua penetri.

Ma non dobbiamo dimenticare tutti i dettagli che il ciclismo richiede, come un palmo che includa del materiale antiscivolo e una imbottitura sufficiente per offrire il massimo del comfort.

 

I guanti ALPHA sono l'opzione più saggia.

 

Sottocasco bici

Bisogna tenere presente che la testa è una delle parti del nostro corpo attraverso la quale disperdiamo molto calore, di conseguenza conviene coprirla con un sottocasco realizzato con un tessuto traspirante ma termico.

Questo berretto, come il resto dell'abbigliamento invernale da ciclismo, dovrà essere realizzato con un tessuto traspirante ed allo stesso tempo idrorepellente nel caso in cui ci sorprenda la pioggia.

Deve coprire non soltanto la testa ma anche le orecchie che soffrono molto il freddo e che possono provocare dolore molto intenso.

 

Nel momento in cui devi sceglier il prodotto più adatto per riparare la tua testa dal freddo ti suggeriamo di dare una occhiata al berretto da ciclismo VALE.

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI SU FACEBOOK!!!