Articoli 
venerdě 22 novembre 2019
Granfondo Randonneč Cicloturismo Appunti di viaggio Rubriche
Rubriche tecniche Fisioterapia   
Inserito il 21 settembre 2016 alle 12:06:05 da ale.ferrarotti. - Letto: (12864)

Sesamoidite: Cause, Sintomi e Rimedi

La Sesamoidite è uno stato infiammatorio delle sesamoidi, piccole ossa poste sotto alla base del primo dito del piede, che si verifica molto frequentemente in chi pratica ciclismo, che se sottovalutato può portare alla cronicità del problema. In questo articolo andiamo a scoprire le cause e i sintomi di questa infiammazione e come curarla.


a cura del dott David Di Segni
Ogni giorno migliaia di ciclisti si mettono in sella e, in linea di massima, cercano di migliorarsi sfruttando l'ultimo ritrovato nei materiali oppure nell'abbigliamento. In realtà, come già esposto in decine di articoli, tra gli appassionati uno tra i fattori più importanti nel ciclismo è certamente la corretta posizione in sella. Dovrebbe essere la norma quella di essere visitati e valutati da un biomeccanico che posiziona il ciclista in maniera ottimale, andando ad agire sui punti di appoggio sulla bicicletta:sella, manubrio e sopratutto pedali. Proprio la posizione dei pedali è quella che spesso viene sottovalutata, e se aggiunta magari a delle calzature non perfettamente corrette, abbiamo una condizione potenzialmente molto pericolosa sia per quanto riguarda il funzionamento del ginocchio/anca sia per quello che riguarda il piede.
Infatti un buon attacco sfrutta la potenza della gamba e trasmette al pedale la potenza necessaria ad effettuare la pedalata.

Uno dei i problemi più frequenti nel ciclismo, è l'infiammazione e dolore sotto la base dell'alluce, proprio nell'area in cui si inserisce il pedale sullo scarpino. Tale infiammazione potrebbe essere una Sesamoidite. I sesamoidi sono delle ossa piccolissime, poste sotto alla base del primo dito del piede ed incluse nei tendini flessori dell'alluce. Sono una struttura che funzionalmente non risulta fondamentale, ma che nella dinamica del passo  e nella ripetitività della pedalata partecipano attivamente. L'infiammazione di questi sesamoidi prende il nome di sesamoidite ed è dovuta a continui traumi o sollecitazioni. Proprio una scarpa non idonea, può comportare un sovraccarico della zona e predisporre l'infiammazione.
Dal momento che le ossa sono all’interno dei tendini, la sesamoidite in realtà è una sorta di tendinite; infatti, anche i tendini intorno alle ossa si infiammano dando vita ad un quadro di tendinite e sesamoidite.

SINTOMI

La comparsa di dolori, non eccessivi e molto graduali, aiuta spesso a fare diagnosi differenziale con altre patologie del piede come la Tallonite o la fascite plantare. La sintomatologia dolorosa è localizzata a livello dei tessuti molli e dei tendini situati sotto la superficie plantare in prossimità dell’articolazione metatarso-falangea dell’alluce, dove sono presenti le due ossa sesamoidi. La funzione delle ossa sesamoidi è quella di essere una sorta di puleggia, favorendo la leva dei tendini che controllano l’alluce; un pò come fa la rotula a livello del ginocchio. Il dolore si fa vivo durante il carico o nella pedalata (diventa spesso insopportabile se ci si solleva sui pedali), e tende  a diminuire fuori carico. Può gonfiarsi e arrossarsi anche nelle aree contigue.

CAUSE DELLA SESAMOIDITE

Come già detto, la posizione dell'attacco, risulta fondamentale ma ad aggravare la situazione è certamente la tipologia di scarpe.

Fattori che favoriscono la sesamoidite sono:
  • un piede magro ed ossuto: non ha abbastanza grasso sotto il piede per proteggere le ossa sesamoidi;
  • un arco plantare accentuato (piede cavo): aumenta il carico sull’avanpiede e quindi può portare a questa situazione;
  • gli sport che hanno un alto tasso di rischio sono la danza,la pallacanestro, pallavolo, corsa e ciclismo per la ripetitività del gesto atletico;
  • le donne che usano tacchi elevati, sono maggiormente a rischio di sesamoidite.

TRATTAMENTO E CURA PER LA SESAMOIDITE

Solo in casi particolarmente rari si arriva all'intervento per rimuovere le piccole ossa sesamoidi.
Concetto fondamentale è certamente quello di interrompere lo sport e dedicarsi a delle cure per la sesamoidite. Continuare ad allenarsi, "sopportando" il dolore è una pratica sbagliata che inevitabilmente porterà ad una cronicità del problema. La fisioterapia risulta una buona arma per ridurre e decongestionare l'area. La terapia con maggiori evidenze scientifiche e risultati positivi è certamente il laser ad alta potenza. Tale trattamento si avvale dell'aiuto di altre terapie quali gli ultrasuoni, la tecarterapia e sopratutto il taping kinesiologico.
Tali terapie vanno effettuate con la consapevolezza che il problema va trattato alla base e riflettere sulla postura è certamente un approccio corretto. Si può insegnare al paziente alcuni esercizi da svolgere  a casa, oltre alla buona norma di mettere ghiaccio tre volte al giorno e la sera massaggiare la zona con del gel medicamentoso.


(21 Settembre 2016)
  
David Di Segni

Laureato nel 2003 presso l’univerità degli studi di Roma “La sapienza” con votazione di 110 e lode

Ho lavorato da sempre in campo Ortopedico, respiratorio

 Principali corsi e competenze

-Spinal Manipulation

-Dry needling, trattamento dei trigger Point

-Trattamento posturale secondo il metodo Mezieres

-Trattamento delle lombalgie secondo il metodo Mckenzie

-Functional approach secondo Lewit Scuola Di Praga

-Trattamento delle disfunzioni di movimento metodo Sahrmann

-Rieducazione degli squilibri dell’articolazione Temporo -Mandibolare

-Trattamento Fasciale (Fascia Motor Control)

-Linfodrenaggio

-Rieducazione Respiratoria

-Kinesio Taping

-Miofibrolisi, Iastm

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI SU FACEBOOK!!!