Articoli 
venerdě 06 dicembre 2019
Granfondo Randonneč Cicloturismo Appunti di viaggio Rubriche
Sezione granfondo    
Inserito il 06 settembre 2016 alle 11:50:37 da ale.ferrarotti. - Letto: (2490)

La Granfondo Scott si conferma ad alti livelli

Grande successo per questa edizione della Granfondo Scott sia per numero di partecipanti sia per organizzazione e percorsi. In una giornata rovente sono stati 2300 i granfondisti a prendere il via dall'area Expo di Piacenza. I dominatori del percorso granfondo sono stati Igor Zanetti e Ilaria Lombardo, mentre sul percorso mediofondo a trionfare sono stati Marco Trevisan e Simona Parente.

 
(Testo di Elisa Solida, foto Play Full - Elisa Solida )
 
Numeri veramente importanti quelli registrati in questa edizione della Granfondo Scott. 2300 i granfondisti che si sono presentati ai nastri di partenza presso l'area Expo di Piacenza dove, puntuali alle 9.30, hanno preso il via per affrontare i chilometri in programma.
Lungo le strade che caratterizzano le colline piacentine, la Val Tidone, la Val Trebbia, le cime della Val Nura  e la Bassa piacentina, i  partecipanti si sono dati battaglia creando un vero e proprio spettacolo. Il percorso granfondo, che prevedeva una distanza di 140 chilometri con 2262 metri di dislivello, ha visto trionfare Igor Zanetti e Ilaria Lombardo mentre il più accessibile mediofondo, caratterizzato da 103 chilometri con 1182 metri di dislivello, ha visto arrivare a braccia alzate Marco Trevisan e Simona Parente. Il caldo e bellissimo fine settimana è iniziato sabato 3 settembre mattina con l'apertura dell'area Expo presso i padiglioni di Piacenza Fiere e quindi la possibilità di ritirare il pacco gadget e il numero di gara.
Nel corso della giornata, sempre all'interno della zona logistica, grazie al gruppo di Sport Frog Senna, è stato organizzato un campo scuola gratuito per i più piccoli dove hanno potuto divertirsi affrontando ostacoli, saliscendi e tratti sopraelevati; a tutti i piccoli partecipanti, come ricordo, è stato consegnato un pacco gara e una bella maglietta. Altro surplus della manifestazione è stato mettere a disposizione il setup del mezzo meccanico per quei partecipanti dotati di una bicicletta Scott. Per tutti gli altri partecipanti invece è scesa in campo il Technical Scott Support che ha garantito una prima assistenza meccanica. La giornata si è poi conclusa alle ore 18.00 con la chiusura della segreteria e di tutti gli stand espositivi e gastronomici presenti per l'evento.

La domenica mattina è iniziata alle ore 7.00 con la riapertura della segreteria per permettere l'iscrizione ai partecipanti dell'ultimo minuto, seguita alle ore 8.30 dall'apertura delle griglie di partenza. Via via che lo schieramento di partenza andava a completarsi giungevano in zona di partenza alcuni nomi di spicco come il ligure Mirko Celestino, ex ciclista professionista su strada dal 1996 al 2007 che a fine carriera approdò anche alla mountain bike con meravigliosi risultati, come il secondo posto nel 2010 e il terzo posto l'anno successivo ai Campionati del Mondo. Questi risultati gli hanno permesso di meritarsi il “titolo” di ambasciatore del grande marchio Scott. Insieme a lui in prima fila gli amici Mattia Finazzi e Giairo Ermeti, l'assessore allo sport di Piacenza Giorgio Cisini e il marketing maneger Scott Italia Ivano Camozzi.

Puntuale alle 9.30, in una giornata che sin da subito si presenta molto calda, viene dato il via al plotone. La gara, veloce fin da subito, vede il gruppo presentarsi ai piedi della prima salita, posta al 30° chilometro, grosso modo compatto; sulle rampe dell'asperità avviene la prima selezione con circa 180 atleti a fare la differenza sul resto dei partecipanti. Sulla salita di Caldarola al 45° chilometro esplode la corsa con Igor Zanetti e Domenico Romano seguiti a breve distanza da Daniele Terzi a imporre un ritmo impossibile per gli altri e creare un distacco incolmabile sui diretti avversari. Anche al femminile è questo tratto a fare la differenza. Ilaria Lombardo scatenata più che mai, transita 10ª assoluta allo scollinamento della salita, ipotecando la vittoria finale con largo anticipo; chiuderà poi la prova 19ª assoluta nel percorso granfondo vincendo in assoluta scioltezza tra le donne anticipando di oltre venti minuti la seconda, Maria Enrica Dazzi, e di trentotto minuti la terza, Enrica Testori.

Tornando al terzetto al comando del percorso granfondo, al 100° chilometro sulla salita di Montecatino Igor Zanetti lancia l'azione decisiva imponendo un gran ritmo e staccando i compagni di fuga. Giungerà poi sulla linea d'arrivo in solitaria con due minuti di vantaggio su Domenico Romano che anticiperà di un niente Daniele Terzi. Sul percorso mediofondo, al maschile, è una gara emozionante fino alle ultime battute. Per pochi secondi è Marco Trevisan ad anticipare Mirko Bruschi e Andrea Orsi. Al femminile, com'è stato nel percorso granfondo, anche qui è assoluto dominio di una partecipante: stiamo parlando della plurivittoriosa in stagione Simona Parente che anticipa di più di dieci minuti Deborah Rosa ed Eleonora Calvi.

Tra le società, a vincere per la maggiore partecipazione sui due percorsi, è stata la società La Orsi Bike seguita da Ar Team Armistizio Hard Service e dall'ASD Cassinis Cycling Team. Un premio speciale è stato consegnato alle prime tre società del percorso granfondo e mediofondo che si sono presentate più numerose sulla linea d'arrivo.
Stiamo parlando del premio “Spirito di Squadra” voluto dall'organizzazione per motivare i ciclisti a fare gruppo e vivere lo sport in salute con gli amici.  

Al termine delle fatiche, tutti i partecipanti hanno potuto rifocillarsi in un tripudio di prelibatezze composto dal ricco pasta-party e da un banchetto fornito da una varietà infinita di frutti.

L'organizzazione a fine giornata a poi dichiarato di ritenersi soddisfatta per l'operato e ringrazia per la collaborazione di tutti i volontari del Comune di Piacenza, delle Province e le Forze dell'Ordine per essere riusciti a blindare le strade, permettendo ai ciclisti di vivere la giornata di sport in assoluta sicurezza e per aver portato a termine la manifestazione nel migliore dei modi. Un plauso va fatto anche agli stessi organizzatori i quali, anche in questa edizione, devolveranno un euro per ogni iscrizione all'Associazione Bambino Cardiopatico Piacenza ONLUS.

 

( 5 Settembre 2016 )

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI SU FACEBOOK!!!