Articoli 
giovedģ 14 novembre 2019
Granfondo Randonneč Cicloturismo Appunti di viaggio Rubriche
Sezione granfondo    
Inserito il 12 maggio 2016 alle 12:54:34 da ale.ferrarotti. - Letto: (5803)

Marco Morrone: un architetto sul podio

Studente universitario nella facoltà di architettura, inizia con l'attività ciclistica all'età  di 13 anni nel mondo amatoriale della MTB. Quasi per caso scopre la bici da strada a 18 anni. Da qui in avanti sarà vero amore per le granfondo. Ecco l'intervista ad uno dei protagonisti della stagione 2016.

di  Alessandro Ferrarotti, foto PlayFull e Colnago Cycling  Festival

Marco Morrone

Nata a: Bibbiena (AR)
Il:
20 Aprile 1988

Attività: studente univeritario

Squadre:
2002-2011
GS Avis Pratovecchio;
2012-2013
Team Olimpia Bolis;
2014
Cannondale-Gobbi-Fsa;
2015 Legend Factory Team;
2016 Cannondale-Gobbi-Fsa.

Risultati ottenuti:

2008
7° Granfondo delle Tre Province;
2012 1° Mediofondo La Magnifica;
5° Maratona degli Appennini;
9° Fondo della Valdarbia;
2013 2° Granfondo La Sagrantino;
2° Granfondo Giro del Valdarno;
4° Fondo della Valdarbia;
5° Granfondo di Città di Chianciano Terme;
7° Maratona degli Appennini;
2014 1° Granfondo Rock Racing;
2° Granfondo di Città di Chianciano Terme;
3° Granfondo Selle Italia;
7° Maratona degli Appennini;
2015 1° Granfondo Loano 2;
7° Granfondo Avesani;
9° Granfondo Leopardiana;
9° Granfondo del Gallo Nero;
2016 1° Granfondo Colnago;
2° Granfondo Selle Italia;
2° Granfondo di Firenze;
3° Granfondo 10 Colli;
6° Granfondo Fizik.

Ciao Marco,

iniziamo con le consuete domande per farti conoscere ai nostri lettori

Quando e dove sei nato? Dove vivi? Che titolo di studio hai conseguito? Attualmente, che attività lavorativa svolgi? Sei fidanzato o sposato?
Sono nato a Bibbiena (AR) il 20 aprile1988. Vivo a Pratovecchio, sempre in provincia di Arezzo, insieme alla mia famiglia e ad un fantastico gatto. Attualmente sto finendo di scrivere la tesi magistrale in Architettura, e quindi spero presto di poter dire conclusa la mia carriera universitaria. Ho la fortuna di avere il babbo architetto da cui poter imparare e per cui cerco di seguirlo, compatibilmente ai miei impegni, nella sua attività lavorativa. Da qualche mese sono single.

Quando e come ti sei avvicinato allo sport del ciclismo? Hai corso nelle categorie giovanili oppure hai iniziato come amatore?
Mi sono avvicinato alla bici all'età di 13-14 anni sulla scia di mio fratello più grande che faceva gare di mtb. Il mio inizio è stato con le "ruote grasse", più per divertimento che per altro, partecipando a numerose granfondo in fuoristrada e, fino all'età di 18 anni la bici da strada non mi interessava proprio! Quando ho iniziato l'università, più per comodità, ho preso una bici da corsa e da lì, iniziando a fare le prime granfondo su strada, mi sono innamorato sempre di più di queste manifestazioni. Non ho mai corso nelle categorie giovanili e fin da quando facevo mtb sono sempre stato in squadre amatoriali.

Raccontati un po' come atleta. (Caratteristiche, punti di forza, punti deboli, che tipo di percorsi prediligi ecc)

Come atleta prediligo la salita anche se penso che la mia caratteristica migliore sia la grinta, la voglia di stare in fuga e soffrire, non a caso i miei migliori risultati sono venuti sempre in questo modo. Punti deboli, più o meno tutti, nel senso che c'è sempre qualcuno che va più forte di me, ma cerco ogni volta di sopperire con la testa e con le giuste motivazioni.

Cosa ti piace del ciclismo ed in particolare del mondo amatoriale delle granfondo?
Del ciclismo mi piace il pedalare nella natura. Ho la fortuna di abitare in una vallata bellissima, il Casentino, e quando mi alleno sulle mie montagne, spariscono tutti i pensieri e le preoccupazioni. Del mondo delle granfondo mi piace sia la competizione, che poi ognuno è libero di interpretare o contro gli altri o contro se stesso, sia il pre e dopo gara da passare insieme ai compagni di squadra e ad altri selezionati amici.

Brevemente, elencaci i maggiori risultati ottenuti gli anni scorsi e il tuo ricordo più bello che hai di una competizione.
Ecco alcuni dei risultati a cui tengo maggiormente ottenuti nelle passate stagioni:
  • 2012: 1° MF La Magnifica;
  • 2013: 2° GF Sagrantino, 2° GF Giro del Valdarno;
  • 2014: 3° GF Selle Italia , 1° GF Rock Racing, 2° GF Chianciano Terme;
  • 2015; 1° GF Loano2;
  • 2016: 1° GF Colnago, 2° GF Firenze, 2° GF Selle Italia.
I ricordi più belli sono due! La prima vittoria alla MF Magnifica arrivando in solitaria e la prima Maratona delle Dolomiti fatta partendo ultimo.

Quanto tempo dedichi settimanalmente all’allenamento e che tipo di lavori specifici svolgi (se per te non è un problema dirlo)? 
Compreso il fine settimana e la gara riesco a ritagliarmi sulle 15-17 ore, e, quando non corro, riesco a mettere insieme qualche ora di più potendo fare allenamenti più lunghi il sabato e la domenica. Mi piace allenarmi metodicamente con il misuratore di potenza, sia perché lo reputo molto efficace e sia perché quando si è soli il tempo passa più velocemente. Spesso mi piace prendermi il fine settimana per uscite lunghe senza particolari obbiettivi e tanta salita!

Stai facendo una stagione molto positiva sempre a fianco dei più grandi interpreti delle granfondo. Raccontaci brevemente questo tuo inizio di stagione.
Questa stagione è iniziata davvero molto bene raggiungendo risultati spesso insperati. Devo dire che buona parte di questi sono venuti grazie all'aiuto della squadra e alla mia indole di attaccante, che mi porta ad anticipare le fasi decisive della corsa dove sarei sicuramente battuto dai più forti. Non potevo chiedere di più, sia con l'arrivo in parata a Cervia sia con il 2° posto di Firenze, gara per me ricca di significati per mille motivi. Poi domenica è arrivata la ciliegina sulla torta a Desenzano. Di più non potevo chiedere!

Domenica 8 Maggio hai ottenuto un importante vittoria al Colnago Cycling Festival, per la quale ti facciamo i nostri complimenti. Raccontaci com'è andata e cosa hai provato quando hai tagliato il traguardo.
Prima di tutto grazie per i complimenti. Domenica, dopo una partenza tranquilla e approfittando di un momento di calma, ho deciso di partire da lontano, in compagnia di Matteo (Zannelli ndr) e di due ragazzi della mediofondo (Trevisan e Tibaldo). Dopo che la fuga ha preso margine, abbiamo trovato un'ottima collaborazione e il rientro del mio compagno Igor (Zanetti ndr), ne ha garantito la riuscita. Nel finale, sfruttando la superiorità numerica, ho provato a scattare ai  meno 3 chilometri ed è andata benissimo! Al traguardo ero davvero felice. Una bella soddisfazione e un gran sorriso! Inoltre poter condividere il podio con un amico e un compagno di squadra ha amplificato il tutto.

E' il terzo anno che sei nel gruppo romagnolo. Come ti trovi con la dirigenza ma soprattutto con i compagni di squadra?
E' il terzo anno in questo gruppo che rappresenta per me una grande famiglia sparsa in tutta Italia. Con Marco e Maurizio ho un ottimo rapporto, sono due bravissime persone con le quali mi trovo benissimo fin da quando sono arrivato, sempre disponibili per ogni bisogno o necessità. Colgo l'occasione per ringraziarli pubblicamente per l'organizzazione che riescono a mettere in piedi che ci consente di divertirci in questo gioco!
Per quanto riguarda i compagni, nonostante la lontananza non consenta di vedersi al di fuori delle gare, c'è sintonia con tutti e nei fine settimana di gara riusciamo ad essere un bel gruppo. Poi, come è normale, in tutti i gruppi c'è chi lega più con alcune persone e chi con altre, facendo nascere, in alcuni casi, anche delle belle amicizie!

Adesso lasciamo da parte la bicicletta, raccontaci un po' chi è Marco, quali sono i tuoi hobby, i tuoi interessi e cosa fai nel tempo libero.

Al di fuori della bici penso di essere un ragazzo semplice. Non sono molto estroverso e resto abbastanza sulle mie, ma chi mi conosce bene non se la prende per questo lato del mio carattere. Preferisco stare insieme a poche persone e fidati amici magari davanti ad una pizza e/o ad una birra! Nel tempo libero trovo sempre qualcosa da fare in casa o fuori; non ho hobby particolari oltre alla bici, ma cerco di coltivare più interessi possibili!

Grazie Marco per la tua disponibilità e ti facciamo in imbocca al lupo per il proseguo della stagione.

Grazie a voi!

( 12 Maggio 2016 )

 

 

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI SU FACEBOOK!!!