Articoli 
martedģ 19 novembre 2019
Granfondo Randonneč Cicloturismo Appunti di viaggio Rubriche
Sezione granfondo    
Inserito il 29 aprile 2016 alle 19:53:36 da ale.ferrarotti. - Letto: (2001)

Elba Bike Tour: l'isola incorona il giovane Baldetti

Non poteva chiudersi in modo migliore questo Elba Bike Tour. Infatti, oggi 29 Aprile, l'isola ha regalato una giornata da cartolina, nella quale la scalata al Monte Perone ha proclamato vincitori del tour l'elbano Francesco Baldetti e la cuneese Monica Viale.

 
(Testo di Alessandro Ferrarotti, foto Play Full )

Eccoci arrivati all'ultima tappa dell'Elba Bike Tour. Oggi, in programma, ci sono 50 chilometri con la scalata cronometrata al Monte Perone, dal versante di Poggio. La giornata, che fin dalla mattina risulta essere bellissima, inizia subito bene; la tappa di ieri affrontata tranquilla e la pizza mangiata a cena, devono avermi fatto bene.

Pronto per partire da casa, mi accorgo che il pacco pignoni è completamente svitato e allora, sapendo che Cristian si è portato da casa tutta l'attrezzatura, lo chiamo e prontamente risolviamo il problema. Oggi arrivo in griglia all'ultimo minuto, oltre a me non manca più nessuno. Dopo aver ascoltato le parole di Paolo, nelle quali ci ha detto che più avanti dovremmo fermarci per scattare una foto di gruppo, partiamo in direzione dell'anello occidentale. Oggi i panorami che offre la tappa, anche se visti già più volte, sono stupendi, esaltati ancor di più dall'eccezionale giornata. Pedalare in queste condizioni è bellissimo: la temperatura è ottima, il paesaggio è mozzafiato, la compagnia è delle migliori e il sole che splende in cielo mette a tutti allegria. Partiamo con un'andatura tranquilla, anche se la squadra del leader oggi sembra più combattiva del solito. Affrontiamo con qualche “strappata” i su e giù offerti dalla costa, e quando abbiamo percorso quasi 20 chilometri, ecco Paolo e Alessandra ad aspettarci nel posto scelto per scattare la foto di gruppo. Dopodiché, ripartiamo tutti insieme per andare ad iniziare la prova.

Pedalando lungo la salita che porta a Marciana, il plotone si fraziona in più gruppetti; io sono con il leader e gli altri protagonisti del giro. L'andatura, rispetto i giorni precedenti, è più allegra e in un attimo arriviamo al paese di Marciana, dove una volta usciti dal centro abitato, inizia la prova. Il tratto cronometrato di oggi, prevede 6 chilometri, con il primo pezzo pianeggiante caratterizzato da molte curve e una seconda parte di quasi 4 chilometri di pura salita. Iniziamo subito molto forte, la squadra del leader tira  e Marco (“gregraio” di Cristian) effettua uno scatto; io mi posiziono alla ruota di Francesco che cercherò di tenerla sulla salita. Finito il primo pezzo, svoltiamo bruscamente a destra e iniziamo l'ascesa. Davanti c'è Cristian, ma oggi lo scatenato Francesco vuole confermare e dimostrare che il più forte di questa settimana è lui. Parte con uno dei suoi soliti scatti violenti, io salto sulla sua ruota con un po' di fatica ma riesco a reggere. Si sale forte e siamo rimasti soli. Resto sempre sulla sua ruota  mentre i chilometri sembrano non passare mai.

Affrontata metà salita, ecco che la strada spiana, diventando per me più agevole. Lascio sempre tirare Francesco, riuscendo in questo tratto a rifiatare un minimo. Transitiamo all'ultimo chilometro e la strada torna ad avere pendenze più impegnative. Qui, forse con un minimo di inesperienza, Francesco toglie la moltiplica più grande ed io senza pensarci due volte, tengo il 52 e parto con uno scatto molto violento. Lo distanzio di circa 100 metri, i quali rimarranno tali fino sulla linea d'arrivo. Mi sono divertito, pur essendo fuori gara, ma tutti i complimenti vanno a Francesco, che anche oggi ha dimostrato una grande gamba. Pochi secondi dopo, ecco arrivare Cristian, molto soddisfatto del fatto che la sua condizione fisica sia in crescita e della seconda posizione in classifica generale. Lo speaker e il grande Paolino sono, come sempre, ad aspettarci: il primo accoglie i partecipanti con la sua voce e il secondo offre le prelibatezze del ristoro.

Dopo esserci rifocillati e vestiti, dato che la tappa di oggi è stata di pochi chilometri, decidiamo in una decina di darci appuntamento a Marina di Campo per proseguire ancora per qualche chilometro e approfittare della bella giornata. Una volta tutti riuniti, partiamo nuovamente in direzione dell'anello occidentale e, anche se si era deciso di andare piano, Francesco imposta un bel ritmo e rimaniamo soli. Mentre aspettiamo gli altri del gruppetto, parleremo delle prossime gare che andrà a fare e che molto probabilmente ci rivedremo alla Nove Colli. Una volta arrivati a Fetovaia, la maggior parte dei ragazzi, gira la bici per rientrare a casa e poi successivamente andare a lavorare. In quattro: io, Marco, Francesco e Cristian, decidiamo di affrontare tutto l'anello occidentale rientrando poi alla base da Procchio. Il giro scorre via veloce, tra mille risate e discorsi anche più importanti. In un attimo arriviamo al bivio di Procchio dove salutiamo Francesco che prende direzione Portoferraio, mentre noi tre, svoltiamo a destra e ci dirigiamo verso Marina di Campo.

Arriviamo all'hotel dove alloggiano Cristian e Marco con 3 ore e 30 minuti e dopo averli salutati e dato appuntamento per l'aperitivo, decido di proseguire ancora qualche chilometro. Finirò la giornata con 120 chilometri e 2200 metri di dislivello; un buon allenamento in vista dei prossimi appuntamenti che dovrò pedalare, sempre in veste di giornalista. Anche oggi, nel pomeriggio, è stata organizzata una visita guidata all'azienda agricola Arrighi, uno degli sponsor della manifestazione. L'Elba Bike Tour si concluderà in un'atmosfera festosa con la cena di gala organizzata all'Hotel Select, seguita dalle premiazioni. A fine di queste due settimane passate sull'Isola d'Elba, posso sicuramente dire che ho imparato molte cose nuove, ho conosciuto l'isola, ho incontrato tante belle persone e mi sono divertito tanto. Più di così penso che non si possa pretendere. L'arrivederci all'Elba è d'obbligo, anche perché nel mese di ottobre saremo di nuovo qui per due manifestazioni di mountainbike.


Clicca qui per vedere l'analisi del percorso caricato su Strava.

( 29 Aprile 2016 )
 

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI SU FACEBOOK!!!