Articoli 
giovedģ 14 novembre 2019
Granfondo Randonneč Cicloturismo Appunti di viaggio Rubriche
Rubriche tecniche Test materiali   
Inserito il 15 aprile 2016 alle 17:25:12 da ale.ferrarotti. - Letto: (2664)

Vesti di comfort la tua piega con i nastri Silva

Da oltre 50 anni l'azienda milanese riveste i manubri delle specialissime dei campioni, ma anche di tanti ciclisti amatoriali. Un ottimo prodotto per tutte le esigenze. Li abbiamo testati per voi.

 
(a cura della redazione di GranfondoNews.it - Test di Alessandro Ferrarotti ed Enrico Cavallini)

Azienda

La SILVA nasce nel lontano 1966, quale piccola azienda operante a conduzione familiare nel campo della gioielleria, con il nome di Silva Bijoux. La passione per la bicicletta del suo titolare, Sig.D'Andrea Silvano, porta lo stesso all'inizio della sua carriera in questo ambito. Inizia l'attività eseguendo incisioni, alleggerimenti, personalizzazioni e dorature su accessori per biciclette di alta gamma.

Tutto questo porta il fondatore dell'azienda allo studio di particolari sia ferrosi, sia di leghe speciali, necessari alla formazione di telai. Inizia così una raffinata produzione, che lo porterà a collaborare e soddisfare particolari richieste dei grandi maestri del ciclismo, quali: Colnago, De Rosa, Olmo, Bianchi, ecc. La collaborazione con queste aziende leader del settore ha portato la nuova Silva srl ad attestarsi fra le più rinomate società del settore in campo mondiale già nel 1975.

Negli anni '80 un'attenta conduzione tecnica a livello di progettazione e produzione ha permesso alla SILVA di divenire fornitrice delle principali case europee produttrici di biciclette.
In quegli anni fu la prima azienda a lanciare la ruota lenticolare in alluminio che fu, sin da subito, un grande successo con circa 2500 pezzi venduti durante il primo anno di produzione in tutto il mondo.
Sempre in quel periodo la SILVA rilevò una piccola ditta che costruiva nastri per manubri. Riorganizzando la produzione ed il commerciale, in pochi anni si posizionò fra le più importanti produttrici di nastri, culminando la propria produzione con il nastro in composto di sughero conosciuto come “nastro cork”.


In seguito, grazie alla creatività e l’innovazione, doti sempre presenti nell’animo del Sig.D’Andrea, la SILVA, mise a punto una serie di utensili speciali per telaisti e per assemblatori, definendo così il futuro produttivo dell'azienda in tre ben suddivise linee di produzione.
Oggi la produzione di utensili e attrezzature di alta qualità è conosciuta in tutto il mondo, soddisfando le richieste anche più particolari.
Negli anni '90 il “nastro cork” della SILVA, sempre più curato nelle materie prime, realizzato con sughero naturale, che garantisce la massima tenuta, disponibile in un'ampia gamma di colori e confezioni, cominciò ad essere richiesto dalle squadre professionistiche.

Sponsorizzando le squadre dei professionisti più conosciute, il nastro SILVA, verrà conosciuto ed esportato in tutto il mondo. Il nastro SILVA ha rivestito il manubrio del campione del mondo Freire Gomez nel 1999, nel 2000 ha rivestito il manubrio del campione del mondo Romans Vainsteins e la campionessa mondiale Zinalda Stahurskaia. Nel 1999 la SILVA ha ottenuto la certificazione UNI EN ISO 9002/9190SILS, dando così ai propri prodotti la giusta qualità/immagine in campo internazionale. Quella voluta da un imprenditore innamorato del proprio lavoro.

Oggi la Silva è rimasta una dei pochi fabbricanti a portare avanti il Made in Italy dalla materia prima al confezionamento. Dopo più di 40 anni di esperienza, è sempre attenta alla ricerca di novità per mantenere viva l’azienda. Questo viene fatto producendo una vastissima gamma di nastri:
- nastro Grippy il pioniere della produzione;
- nastro Cork lo standard, disponibile in diverse versioni;
- nastro Carbon, la moda;
- nastro Professionale con eccellenti caratteristiche per la competizione;
- nastro Pallino grip assoluto;
- nastro Forello l’innovazione per la traspirazione delle mani;
- nastro Morbidone massimo comfort;
- nastro Carbon Forello la moda con l’innovazione della traspirazione;
- nastro Cobra l’aggressivo che piace ai giovani;
- nastro Luna soft il grintoso;
- nastro Grip disponibile in 3 versioni, Base-Ring-Drill la novità 2011;   

test nastri

Descrizione prodotti

I nastri su cui abbiamo effettuato il test sono:


Il primo nastro testato è il modello Max. E' stato studiato per garantire una presa maggiore, sicura, perfetta e confortevole. Il materiale vellutato inoltre favorisce un'ottima traspirazione e grip.
Viene fornito nel suo astuccio, con tappi, terminali in parure con il colore del nastro. Disponibile in otto diverse colorazioni (Nero, Giallo, Blu, Bianco, Rosso, Rosa, Verde Bianchi, Verde Cannondale) più i colori Fluo e Vintage.
Il nastro Max può essere forato, stampato Silva o Pallino, mentre nei colori Fluo e Vintage è fornito serigrafato Silva o Forato.
Il test è stato effettuato andando alla ricerca di terreni, in cui avere un nastro confortevole, risulta essere essenziale. Infatti terreni come pavè, ciottolato e lastricato sono stati il fondo sui cui si è improntato il test. Finite le varie prove, il tester, ha espresso la sua soddisfazione per questo nastro, esaltandone lo spessore che riduce di molto le vibrazioni, il grip e la traspirazione che permette al nastro di rimanere sempre asciutto.
Anche i piccoli particolari come: i tappi con la scritta Silva, il nastro adesivo per fermare l'estremità superiore e i terminali, tutto in parure con il colore del nastro, hanno attirato l'attenzione del tester il quale non ha potuto fare altro che apprezzare il prodotto in tutto per tutto. L'usura del prodotto risulta essere in media con gli altri nastri della stessa categoria proposti sul mercato


Il secondo nastro testato è il modello Pallino. Diversamente dagli altri tre modelli, che hanno la caratteristica di essere forellati, presenta dei pallini su tutta la superficie del nastro studiati per garantire un'ottima presa sul manubrio e un grip eccezionale.
Le colorazioni sono le classiche otto Silva (Nero, Giallo, Blu, Bianco, Rosso, Rosa, Verde Bianchi, Verde Cannondale).
Come per il modello precedente, il test è stato effettuato principalmente su terreni difficili. Anche per Pallino, è stato apprezzato il comfort, il grip e la traspirazione che garantisce.
Molto bella la colorazione moderna e vivace di colore rosso. L'usura del prodotto risulta essere in media con gli altri nastri della stessa categoria proposti sul mercato.




Il terzo nastro testato è il modello Forello. Molto simile al modello Max, ma molto più sottile. E' il classico nastro Silva, fatto per durare e traspirare. Il miglior connubio tra comfort e grip. Le colorazioni sono sempre otto (Nero, Giallo, Blu, Bianco, Rosso, Rosa, Verde Bianchi, Verde Cannondale). Disponibile anche nelle versioni  Cobra, Carbon, Vivo e Vintage. La scatola in cui viene venduto contiene tappi per il manubrio e nastro serigrafato Silva per il fissaggio. Per chi preferisce avere la sensazione di sentire il manubrio tra le mani, senza però rinunciare al comfort su tutti i terreni, è il modello ideale. Anche per Forello è stata apprezzata la traspirazione e l'ecezionale grip.

L'ultimo nastro testato è il modello Reverso. E' studiato per garantire una presa maggiore, sicura, perfetta e confortevole. Il materiale vellutato è studiato per un'ottima traspirazione e grip. La caratteristica che contraddistingue questo modello, è l'essere bicolore e in parure ad alcuni team professionistici.
Viene fornito nel suo astuccio, con tappi, terminali in parure con il colore del nastro ed è disponibile forato, stampato Silva o Pallino.
I colori di riferimento sono sempre otto (Nero, Giallo, Blu, Bianco, Rosso, Rosa, Verde Bianchi, Verde Cannondale), più le colorazioni Fluo e Vintage per le versioni Fori e Silva serigrafato.
Sono stati creati diversi abbinamenti come campionature e si può scegliere l'abbinamento preferito tra 60 confezioni differenti.
Rispetto gli altri modelli, non cambia per comfort, grip e traspirazione, ma ha il valore aggiunto di proporre decisamente più scelta a livello di colorazioni. Come per il modello Max, anche per Reverso è stata apprezzata la ricerca del particolare, infatti i tappi con scritta Silva, il nastro adesivo serigrafato e i terminali sono abbinati al colore del nastro. L'usura del prodotto risulta essere in media con gli altri nastri della stessa categoria proposti sul mercato.

2016 - Test nastri manubrio Silva from GranfondoNews on Vimeo.

Informazioni azienda:

Silva S.r.l.
Via M. Serrati, 76
20098 San Giuliano Milanese -MI-
Tel: 02.9845569
Fax: 02.9845789
Mail: silva@silvabikecomp.it
Sito web

( 14 Aprile  2016 )

 

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI SU FACEBOOK!!!