Articoli 
venerdě 06 dicembre 2019
Granfondo Randonneč Cicloturismo Appunti di viaggio Rubriche
Appunti di viaggio Granfondo   
Inserito il 12 giugno 2015 alle 09:49:23 da Serena Mensa. - Letto: (1918)

Rampignado: quando il gran caldo la fa da padrone

La quinta tappa della Coppa Piemonte MTB è caratterizzata da una giornata di caldo estivo. Il percorso, duro e tecnico, ottiene il gradimento di oltre 600 concorrenti.

 

 

 

 

(Testo di Serena Mensa, foto di Michele Torretta)

 

La quinta tappa della Coppa Piemonte MTB è ospitata da Bernezzo, in Valle Grana, in provincia di Cuneo, dove viene proposto un percorso di 48 chilometri  e 1.700 metri di dislivello. Dopo il temporale di sabato notte, un caldo afoso accoglie la domenica mattina oltre 600 bikers.

Parto da casa domenica mattina alle 6,00 e arrivo a Bernezzo alle 8,30. Giusto il tempo per ritirare i numeri di gara, cambiarmi, preparare la MTB e fare un breve riscaldamento, ed entro in griglia sotto un sole cocente. Finalmente viene dato il via e, dopo un trasferimento di 4 chilometri pianeggianti, si inizia a salire.

Anche oggi le gambe non sono al meglio, un po’ per il caldo e un po’ per il lungo viaggio fatto alla mattina. Decido di prendere il mio passo. Dopo un tratto con fondo in asfalto troviamo lo sterrato: saliamo per una decina di chilometri prima di iniziare il primo single track, dove cominciano i primi rallentamenti. Siamo costretti a fermarci tutti per qualche minuto, occasione per tirare un po’ il fiato; quando ripartiamo il sentiero sale ancora per qualche chilometro. Ho la sensazione che le gambe continuino a non girare come vorrei, ma allo stesso tempo continuo a recuperare su altri concorrenti e mi dico: «allora proprio piano non sto salendo». Continuo con la mia andatura, la salita a volte si impenna e a volte sembra spianare, ma sempre di salita si tratta. A tutti i ristori predisposti dall'organizzazione, che sono molto numerosi, visto il caldo, prendo un bicchiere d’acqua.

Finalmente arrivo in cima alla Borgata di Paraluop, che tutti gli anni è parte integrante della manifestazione, a 1.360 metri di quota in Val Stura, da cui si può godere una vista spettacolare, ma c’è poco tempo per prendere un po’ d’aria fresca e si inizia a scendere: una discesa bella e divertente, lunga 10 chilometri circa, peccato che finisca in fretta. Ricominciamo a salire. In questa seconda parte, il percorso è tutto un saliscendi, per lo più in single track. Qui il caldo diventa insopportabile, i chilometri e la salita fatta prima si fanno sentire nelle gambe e l’ultimo strappetto di 1 chilometro sembra eterno.

Finalmente si arriva in paese dopo 46 chilometri, mi rilasso pensando sia finita  e invece dietro una curva ecco un altro bello strappo, giusto per non farci mancare niente! Chiudo la gara in 3 ore e 29 minuti, mi precipito al ristoro, dove l’organizzazione ci ha preparato, oltre all’acqua fresca, della macedonia. Una volta riprese le forze mi vado a cambiare e vado al pasta party, ottimo e generoso, dove ci vengono offerti, oltre alla pasta, un secondo e un buono per una bibita e un gelato.

Tutto è stato perfetto, in particolare il percorso, nonostante il forte temporale della notte infatti il terreno ha tenuto benissimo.

Vado a dare uno sguardo alle classifiche: sono la quinta donna master e così mi reco alle premiazioni. Terminate le cerimonie è giunta l’ora di avvicinarci a casa, dove alle 20 finisce la mia lunga giornata. Sono sfinita!

La Coppa Piemonte MTB dà appuntamento a domenica 14 giugno con la Promeado Bike Marathon, la cui partenza sarà dal Forte Albertino.      

(12 giugno 2015)

 

 

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI SU FACEBOOK!!!