Articoli 
lunedě 11 novembre 2019
Granfondo Randonneč Cicloturismo Appunti di viaggio Rubriche
Appunti di viaggio Granfondo   
Inserito il 30 settembre 2014 alle 10:05:07 da gazario. - Letto: (3012)

MF dell'Olio: nemo propheta in patria

Pochi i ciclisti presenti alla manifestazione molisana. Un vero peccato perché l'accoglienza riservata loro è stata di prim'ordine. Vittoria di Davide Aufiero in campo maschile. In campo femminile una sola donna presente, Francesca Di Ioia.

 

 

(Testo di Piergiorgio Rocci, foto di Riccardo Dattilo)

 

“Nemo propheta in patria”: questa l’espressione che ha usato uno degli organizzatori della Mediofondo dell’Olio, alla mia legittima domanda, scaturita dal vedere la scarsa affluenza di partecipanti alla manifestazione molisana, volendo indicare la difficoltà delle persone di emergere in ambienti a loro familiari, per spiegare ciò che stava davanti ai miei occhi, ovvero solo una quarantina di persone schierate alla partenza. «Purtroppo, - ci ha detto “l’amico” del ciclo club Campobasso - sono  mancati proprio gli atleti locali che non hanno fatto arrivare le loro iscrizioni al comitato». Inoltre, a mio avviso, la risonanza oltre regione non è stata tale così da sopperire alla mancanza di ciclisti della zona, anche se tutti gli organizzatori vorrebbero consegnare tanti dorsali.

Sotto l’aspetto agonistico già dalle prime battute la gara ha assunto la sua fisionomia con il gruppetto dei migliori che si è formato appena dato il via ufficiale, seguito al piede a terra dopo il  tratto turistico. In testa alla corsa si sono portati subito il campano Davide Aufiero (U.S. Domar), il locale Luca Giuliani, portacolori della Novaricambi e il pugliese Piero Zizzi, corridore esperto in forza al team Autotrasporti Convertini, i quali dopo aver rafforzato il loro vantaggio sulla lunga salita di Casacalenda, hanno conservato il vantaggio fino al traguardo che hanno tagliato in quest’ordine.

Purtroppo la  ridotta partecipazione ha decretato  solo trentasei finisher tra i quali una sola donna, Francesca Di Ioia del gruppo sportivo che ha allestito l’evento.

Il caloroso pubblico presente nel piccolo centro ha fatto comunque sentire la sua vicinanza ai partecipanti applaudendoli dal primo all’ultimo prima che  il tradizionale e ricco pasta party rinfrancasse i ciclisti dalla fatica.

(29 settembre 2014)

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI SU FACEBOOK!!!