Articoli 
mercoledė 23 ottobre 2019
Granfondo Randonneč Cicloturismo Appunti di viaggio Rubriche
Rubriche tecniche Cucina   
Inserito il 25 giugno 2014 alle 20:21:41 da Enrico Cavallini. - Letto: (2541)

Reintegra al meglio il tuo allenamento con gli antiossidanti

E' arrivata l'Estate e con essa la voglia di pedalare e di fare fatica. Ormai sappiamo che i nostri allenamenti sono una fucina di radicali liberi, le molecole dannose al nostro fisico, che si combattono grazie agli antiossidanti. Ecco qui un menu post allenamento, leggero, senza grassi, ma che, oltre a reintrare le forze e fornire i giusti nutrienti, dà una bella carica di preziosi antiossidanti.

Monia Amadori

Mi chiamo Monia Amadori, un cognome veramente “romagnolo” così come lo sono le mie due più grandi passioni, la bici e la cucina.

Sono nata nel 1969, anno in cui ancora i ciclisti su strada erano veramente pochi. Uno di quei pochi però era mio padre, che a soli otto anni mi ha messo su una bici da uomo col cannone e il cambio!

Mi ricordo che all'età di nove anni, su per la salita di Bertinoro (chi fa la Nove Colli la conosce), si ruppe il filo del cambio con la catena posizionata nel “padellone”... faticai moltissimo per raggiungere quella vetta allora per me impossibile, senza scendere nemmeno una volta! Da allora direi che, seppur con periodi alterni, non sono mai più scesa dalla bici.

La passione della cucina è arrivata poco dopo e anch'essa non è più passata.

Nella vita ho sempre svolto lavori d'ufficio gestendo l'amore per tegami e fornelli solo nel tempo libero, ma ad un certo punto ho cercato di capire se potevo veramente “specializzarmi” e così, da adulta, mi sono iscritta e diplomata alla scuola alberghiera ed ho frequentato corsi da diversi chef per apprendere quanto più potevo.

Dopo aver preso una qualifica ho cercato di unire le mie due originali passioni, la bici ed il cibo, creando una struttura che si occupa di ospitalità ciclistica e chiamandola, appunto “CiBiCi - cibi & bici”

Lo stato di forma a cui ogni sportivo tende può far sembrare incompatibili questi due temi ma, come tutte le cose, basta affrontarle con consapevolezza e, aggiungerei, con un po' di fantasia e così come la fatica in bici riesce a sembrarci un irrinunciabile piacere, la necessità di alimentarci correttamente può diventare un altrattanto irrinunciabile gusto...

“CiBiCi – cibi & bici” nasce come associazione allo scopo di creare un punto di incontro fra appassionati di cibi e bici. L’intento è quello di accogliere in un ambiente familiare, informale e spontaneo gli amanti della buona cucina e della voglia di scoprire il territorio, ancor più di chi lo fa in un modo “ecologico”. Passione e curiosità legano questi due mondi apparentemente lontani che portano alla scoperta di luoghi, prodotti, intinerari meravigliosi!

 

E' arrivata la bella stagione, la sera arriva tardi e la voglia di pedalare, anche per chi ha iniziato la stagione da poco, aumenta sempre di più. Le temperature sono gradevoli e, per chi se lo può permettere, si tenta di stare in bici il più possibile.

Dopo tante ore in bicicletta non deve mancare un recupero adeguato. Vanno ripristinati i livelli di glucosio nel sangue, così come l'apporto di proteine per la salvaguardia dei muscoli.

Un'attività fisica, qualsiasi essa sia, scatena nel nostro fisico la creazione dei radicali liberi: sostanze dannose alla vita delle cellule, che vanno quindi eliminati quanto prima. A venire incontro a questa battaglia contro i radicali liberi, sono la vitamina C e gli antiossidanti.

Eccovi quindi un menu completo post allenamento, adatto per reintegrare le forze, ma anche per combattere i nocivi radicali liberi, ovviamente nella massima leggerezza che un ciclista richiede, ma anche con tanto tanto gusto!

Buon appetito!

PASTA LEGGERA DI RICOTTA E CREME AI COLORI D'ESTATE


INGREDIENTI PER 4 PERSONE

320 gr di pasta formato penne o mezze penne
250 gr di ricotta vaccina
1 peperone rosso
1 peperone giallo
Qualche foglia di basilico
Sale e pepe


PREPARAZIONE
Pulite i due peperoni e tagliateli a strisce, quindi a piccoli dadini.

Mettete in due padelle separate un goccio di olio e, appena è caldo, mettete in ognuna un peperone. Fate cuocere aggiungendo di tanto in tanto un po' di acqua (non devono abbrustolire). Aggiungete sale e poi passateli, sempre separatamente, al mixer, fino ad ottenerne una crema omogenea.

Aggiungete qualche foglia di basilico e tenete in caldo le due creme.

Nel frattempo mettete l'acqua sul fuoco e salatela al bollore. Buttate la pasta; mentre cuoce riducete in crema la ricotta mescolandola assieme a qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta (ricca di amido). Scolate la pasta e conditela velocemente con la crema di ricotta e pepe macinato al momento.

Stendete sul fondo del piatto le due puree di peperone mantenendole separate ed adagiatevi sopra la vostra pasta di ricotta.

Un piatto semplice, colorato ed estivo!

NOTIZIE DAL WEB

Una delle principali caratteristiche nutrizionali del peperone è che risulta essere molto ricco di Vitamina C (circa 126 mg ogni 100g). Il peperone è tra le verdure che contengono il maggior quantitativo di Vitamina C; più di spinaci e cavoli.

Interessante è anche il contenuto di Provitamina A (Carotene): 0,7 mg per 100g (i peperoni rossi possono arrivare anche a 3,5 mg ogni 100g).

Altre vitamine sono contenute nei peperoni in media con altre verdure: Vitamina B (0,02-0,7 mg per 100g), Vitamina E (1,4 mg per 100g).

Il Peperone ha buoni quantitativi di minerali e oligoelementi: potassio in grande quantità (oltre 170 mg per 100g), fosforo, magnesio e calcio. Il ferro è presente in una quantità di 0,4 mg per 100g, accompagnato da rame, manganese e zinco. Modestissimo il contenuto di Sodio (in media 2 mg per 100g).

Una porzione di 50g di peperoni crudi contiene più di 60 mg di vitamina C, il 75% della razione giornaliera raccomandata (RDA).

Vitamina C e Provitamina A sono due vitamine antiossidanti con molteplici effetti benefici sulla salute, sulla protezione e la prevenzione di diverse patologie: invecchiamento precoce, tumori e malattie cardiovascolari.


POLPETTINE AL FORNO CON TONNO AL NATURALE

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

180 gr di tonno in scatola al naturale
200 gr di ricotta
Prezzemolo
Pane grattugiato q.b.
Scorza di un limone non trattato
1 uovo
Sale e pepe
Insalatina fresca
Olio e.v.o.
Ribes rosso

PREPARAZIONE

Fate sgoccialare il tonno della sua acqua di conservazione su un colino (strizzate anche con le mani).

Mettetelo in una ciotola assieme alla ricotta, alla scorza grattugiata del limone, al prezzemolo tritato, l'uovo e mescolate bene. Aggiungete il pane grattuggiato quanto basta per ottenere una consistenza sufficiente da riuscire a formare delle polpettine. Date loro una dimensione delle grandezza di una noce.

Mettete in un piatto dell'altro pane grattugiato e passateci una ad una le polpettine per ricoprirle (tipo impanatura). Mettete ora le polpette su una teglia ricoperta di carta da forno e cuocete in forno caldo a 200 gradi x 20 minuti. Le polpettine devono restare morbide quindi non prolungate la cottura, anche perchè l'unica cosa “cruda” fra gli ingredienti che deve cuocere è l'uovo.

Intanto preparate sul piatto di ogni commensale l'insalatina fresca condita con olio e cosparsa di ribes (è la parte acida che sostituisce il tradizionale aceto).

Adagiatevi sopra le polpettine calde e servite.

 

 

NOTIZIE DAL WEB

I frutti rossi sono una classe di alimenti molto numerosa e dotata di un enorme valore terapeutico. I più famosi e coltivati sono fragole, ciliegie e frutti di bosco (more, lamponi, mirtilli, ribes rosso e ribes nero). I frutti rossi contengono una notevole quantità di fibra, che ha una benefica azione di stimolo sulla peristalsi intestinale.

Tutti gli appartenenti a questo gruppo di alimenti sono caratterizzati da un contenuto calorico modesto, la presenza di zuccheri semplici, un contenuto proteico pressoché assente e la presenza di acidi organici (citrico, tartarico, malico, ossalico, ecc.) che conferiscono il sapore acidulo e qualità nutrizionali importanti.

I ribes contengono zuccheri (destrosio e levulosio), vitamine A e C, acidi organici (citrico, malico, glicolico, tartarico ), fosforo, calcio, potassio, ferro, pectina, mucillagini, carotenoidi.

Sono ricchi di pigmenti antocianosidi (nella parte esterna della polpa ) che manifestano un'attività antinfiammatoria.

Il ribes è ricco in potassio minerale utile nella pratica sportiva per avere muscoli sempre scattanti ed evitare i fastidiosissimi crampi.


YOGURT CON CONFETTURA ESPRESSA DI CILIEGIE

INGREDIENTI
Un vasetto di yogurt bianco non zuccherato a persona
Una decina di ciliegie a persona
Un cucchiaio di zucchero di canna a persona
Scorze di limone

PREPARAZIONE
L'ideale per questa confettura sarebbe farla riposare una notte e poi finire di cuocerla il giorno dopo. E' detta “confettura espressa” perchè non vengono rispettati i criteri di acidità (dati dal limone) e di lunga conservabilità (servirebbe più zucchero), ma se viene conservata in frigo e consumata in un tempo breve resta una confettura buonissima e sicurissima.

Denocciolate le ciliegie e mettetele con lo zucchero e le scorze di limone sul fuoco. Fate sciogliere lo zucchero mescolando e spegnete appena bolle. Chiudete col coperchio il tegame e mettete a riposare in frigo per una notte.

Il giorno dopo rimettete sul fuoco e fate bollire fino a restringere il composto. La confettura è pronta quando versandone un cucchiaio su un piatto freddo inclinato non scivola via. Eliminate le scorze di limone.

Versate la confettura fredda sullo yogurt.

Se avanza della confettura conservatela in frigorifero.

NOTIZIE DAL WEB

Il colore delle ciliegie varia molto a seconda della varietà: dal rosso cupo al roseo, come pure varia il sapore. Le ciliegie contengono vitamine A, C, ferro, calcio, fosforo, potassio, magnesio e oligoelementi preziosi: cloro, zolfo, sodio, zinco, rame, manganese, cobalto, bromo, nichel.

Sono ricche di acidi organici come il malico, citrico, ossalico, tartarico e succinico. La presenza di antocianine, potenti antiossidanti in grado di bloccare l'accumulo di depositi lipidici nelle arterie rende questo frutto ancora più importante da un punto di vista nutrizionale.

(25 giugno 2014)

 

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI SU FACEBOOK!!!