Articoli 
mercoledė 23 ottobre 2019
Granfondo Randonneč Cicloturismo Appunti di viaggio Rubriche
Sezione granfondo    
Inserito il 11 maggio 2011 alle 23:16:07 da Enrico Cavallini. - Letto: (3627)

Devis Miorin - Dai Grandi Giri ai gelati

Ben ventotto anni di bicicletta per il giovane friulano che ora si occupa di consegnare gelati. Dopo avere militato nelle migliori squadre professionistiche e dopo avere preso parte a numerosi Giri  e Vuelte, approda alla corte di Claudio Maggi. Il ciclismo non è più il suo mestiere, ma resta sempre una grande passione.

di Enrico Cavallini (foto Play Full)


Devis Miorin

Nato a: San Vito al Tagliamento (PN)

Il:
24 marzo 1976

Residente a:  Concordia Sagittaria (PN)

Squadre:
1983-1992: SC Portogruaro (Giovanissimo, Esordiente e Allievo)
1993-1994: Geofin (juniores)
1995-1999: Parolin-FIS (dilettante) 
2000-2001: Mobilvetta Design (professionista)
2002-2004: De Nardi (professionista)
2005: Liquigas - Bianchi (professionista)
2006: Endeka (professionista)
2007: Kio Ene - Tonazzi - DMT (professionista)
2008: Nippo - Endeka (professionista)
2009-2011: Team Maggi (granfondo)

Attuale occupazione:
autista, magazziniere in una ditta di produzione di gelati

Ciao Devis, un curriculum di tutto rispetto il tuo. Sei stato un ottimo dilettante, tanto da conquistare un titolo da Campione Italiano nel 1999, e un buon professionista in squadre anche quotate. Quindi dopo nove anni nella categoria maggiore, il passaggio ad amatore. Ora sei uno dei quattro temibili "Maggi", con un lavoro da vero goloso... Vediamo di conoscerti meglio.

Con una carriera lunga così, sarai salito in bici fin da piccino. A che età, ma soprattutto cosa ti ha spinto a dedicare la vita alla fatica?
Infatti ho iniziato a 6 anni seguendo le orme di mio fratello. Ho iniziato a seguirlo ogni domenica poi, appena raggiunta l'età per poter correre, mi ci sono buttato pure io.

Una curiosità: che titolo di studio hai?
Diploma da elettrotecnico, ma la voglia di studiare è sempre stata zero.

Qual era il tuo ruolo all'interno delle squadre nelle quali hai militato?
Inizierei con i dillettanti nei quali il primo anno ho patito come un cane, anche perchè, in quel periodo, c'erano ancora la prima e seconda serie poi, con le nuova categorie degli Under 23, sono riuscito ad essere più competitivo anno dopo anno, tanto da cogliere il titolo di Campione Italiano U23.

Quindi, dopo tanti anni da pro, hai scelto di smettere. Cosa ti ha portato a questa scelta?
Diciamo che la botta finale è stata quando nel 2009 dovevo firmare il contratto con la Preti Mangimi, ma poi a gennaio è saltato tutto e così ho detto basta con il professionismo e mi sono cercato un lavoro "normale".

Ora, durante la giornata, di cosa ti occupi?
Beh ora lavoro in una fabbrica di gelati. L'anno scorso ero in produzione, mentre ora sono giro con il camioncino a fare le consegne. Riesco a uscire un paio d'ore all'ora di pranzo, altimenti esco verso le 18.30, terminato l'allenamento ritorno a casa, ceno, guardo un pò di TV oppure mi navigo su Internet e poi letto. Il tran tran quotidiano di qualsiasi amatore che lavora.

Sei al terzo anno con il Team Maggi. Come ti trovi con i compagni di squadra?
Nel Team Maggi si sta benissimo e ti assicuro che è meglio di una delle tante squadre Continental. Anche con i compagni abbiamo creato un bel gruppo che ci ha portato ad ottenere dei bei risultati.

C'è una signora Miorin? E un erede Miorin?
Nooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Visto che la tua carriera da pro l'hai conclusa, qual è un tuo sogno nel cassetto, ciclisticamente parlando?
Nessuno in particolare. Ora vado in bicicletta per divertirmi. Sono contento così.

E uno sul lato più personale?
Essere sempre in pace con me stesso

Ti ringrazio per la collaborazione.
In bocca al lupo per le prossime gare.

Enrico Cavallini

(11 maggio 2011)

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI SU FACEBOOK!!!