Articoli 
venerdě 22 novembre 2019
Granfondo Randonneč Cicloturismo Appunti di viaggio Rubriche
Sezione granfondo    
Inserito il 18 marzo 2014 alle 10:44:26 da gazario. - Letto: (3421)

GF MTB Castello di Monteriggioni: da cerchiare ogni anno sul calendario

Quella che si è corsa domenica 16 marzo è stata la 23ma edizione, baciata dal sole e dal primo caldo primaverile, disputata come sempre su un bellissimo percorso e ospitata da una fantastica location ed è stata prova valida per il Prestigio MTB 2014 e per la Coppa Toscana. 1.500 gli iscritti.

 

 

(Testo e foto di Leonardo Olmi)

L’attore principale è stato, come di consueto, il Castello di Monteriggioni in provincia di Siena, protagonista indiscusso della classica primaverile di mountainbike. Domenica 16 Marzo, è infatti andata in scena la 23a edizione della “Gran Fondo Castello di Monteriggioni”, che ha visto presenti alcuni tra i più  grossi e importanti nomi del panorama nazionale della MTB, oltre a centinaia di biker provenienti un po’ da tutta Italia. Camper e roulotte affollavano il parcheggio posto ai piedi del castello già da metà della settimana che precedeva la gara. Nonostante la crisi, ciclismo e turismo continuano fortunatamente a viaggiare di pari passo. La partenza era prevista, come di consueto, per le 10 del mattino, dall’interno del bellissimo castello, circondato dalle sue mura medioevali, con le previsioni meteo che davano sole e temperature massime fino a 18°C per tutto il giorno. E così è stato, consentendo ai partecipanti di gareggiare su un bellissimo percorso senza fango. Possiamo dire che, grazie all’impeccabile organizzazione del Team Bike Pionieri, quella di Monteriggioni è una manifestazione entrata di diritto nel giro dei grandi eventi italiani legati alla MTB.

La granfondo è stata organizzata con il patrocinio della Provincia di Siena e del Comune di Monteriggioni, che ha collaborato in sinergia con il Team Bike Pionieri. Nutrita la partecipazione con 1.500 iscritti che lanciano questa manifestazione nell’olimpo nazionale delle prime dieci gare riservate agli amanti della mountainbike. Un fiume di bici è uscito dal Castello per inerpicarsi sui sentieri della Montagnola Senese, attraversando anche alcuni tracciati della famosa Via Francigena. Erano previsti due percorsi, uno più impegnativo di 52 chilometri e circa 1.600 metri di dislivello, e l’altro più facile ed alla portata di tutti, con 24 chilometri e 650 metri di dislivello. Il bello è stato che il primo giro transitava, come ormai è diventata consuetudine, dal castello attraversando le sue mura, in mezzo ad una grande folla di pubblico che incitava i biker sulla micidiale ascesa al 23% che poi vedeva anche il termine della granfondo. Alla fine dalla manifestazione, i corridori, i loro parenti e gli amici, hanno tutti potuto ristorarsi gratuitamente all’abbondante pasta party, offerto dall’ottima organizzazione del Team Bike Pionieri, dove, oltre alla pasta, vi erano anche affettati, porchetta, del buon Chianti rosso, dolci e caffè. Il ricco pacco gara comprendeva una bottiglia di vino, una borraccia, un gadget Decathlon e prodotti Friliver, entrambi sponsor della manifestazione. Il servizio fotografico, è stato realizzato dall’ormai nota agenzia GioFoto, molto apprezzata dagli atleti per la sua professionalità e qualità delle immagini. Mentre le riprese televisive sono state curate da Massimo Biondi e dalla sua squadra di professionisti, ormai specializzati da anni nel settore del ciclismo a tutti i livelli, dai dilettanti ai professionisti, incluso ovviamente il settore amatoriale.

La gara era la tappa di apertura del circuito Coppa Toscana, giunto ormai al suo tredicesimo anno di attività, ed era la prima prova del Prestigio 2014.
A vincere è stato il bresciano Daniele Mensi (Scott) che a cinque chilometri dal traguardo è scattato staccando Francesco Casagrande (Cicli Taddei). Il podio era completato da Marzio Deho (Cicli Olympia), vincitore della passata edizione. Tra le donne, dopo un forte inizio di gara della Monaldini, è stata la toscana Pamela Rinaldi a risalire dalla terza posizione fino al gradino più alto del podio.

La Cronaca della gara
Al via oltre al vincitore della scorsa edizione Marzio Deho, erano presenti i due bresciani della Scott Daniele Mensi e Juri Ragnoli, il marchigiano Leopoldo Rocchetti (Team Cingolani - Specialized), reduce dal secondo posto di domenica scorsa alla Bacialla Bike dietro all'ex pro Francesco Casagrande, il fiorentino della Cicli Taddei di Santa Croce sull’Arno, anch'egli al via di questa edizione 2014. Presenti anche il campano Giovanni Chiaiese (ASD Bike e Sport Team) ed il pistoiese Manuele Spadi, col suo team New Bike 2008 - Cycling Lab, i ragazzi dello Scapin Factory Team di Stefano Gonzi, col "nuovo" colombiano Rincon Rodriguez Marco Aurelio alla sua prima gara in Italia, ed ancora Ciclissimo, Team Pasquini Stella Azzurra e Cavallino ASD.
Al pronti via, dopo un tratto iniziale in asfalto fino alla località di Abbadia Isola, i bikers iniziavano gli sterrati fino a Casa Giubileo per poi scendere nuovamente sulla Cassia e affrontare, per la prima volta, la ripida salita che portava nel centro del castello a circa metà gara. Dopodiché la salita di Fioreta e la successiva, quella di Fungaia, che portava fino al GPM di giornata intorno al quarantesimo chilometro per poi scendere nuovamente verso Abbadia Isola e da lì affrontare i chilometri finali che riportavano al castello medievale.
In località Cerbaia, dopo quarantacinque minuti di gara, al comando erano in sei: Daniele Mensi, Francesco Casagrande, Marzio Deho, Giovanni Chiaiese, Leopoldo Rocchetti e Roberto Rinaldini (Scott Pasquini Stella Azzurra). Con un minuto di ritardo transitava in solitaria Mario Bellucci (Ciclissimo), dietro di lui un altro sestetto con Manuele Spadi, l'elbano Matteo Spinetti (Team New Bike 2008 - Cycling Lab), Matteo Fabbri (Team Cingolani - Specialized), il colombiano Rincon Rodriguez Marco Aurelio e la coppia del Cavallino ASD, Simone Tassini e Riccardo Poggiali. Qui la prima donna a transitare è stata la sammarinese Monaldini (GC Santarcangiolese), dietro di lei, con un minuto di distacco. Cristina Roberti (Pro Bike) e in terza posizione Pamela Rinaldi (Ciclissimo).
Al primo passaggio dal castello la testa della corsa vedeva ancora il giovane Mensi davanti a tutti, con Casagrande, Deho, Rinaldini, Chiaiese e Rocchetti. Anche la testa della corsa rosa rimaneva invariata. All'imbocco della salita di Fungaia, dopo un'ora e mezzo di corsa, transitavano Casagrande, Mensi, Deho e Chiaiese, qualche metro più indietro la coppia Rocchetti - Rinaldini. Ad un minuto Bellucci, poi ancora Fabbri e Poggiali. Più indietro Spinetti, Tassini e Sauro Nocenti (Cavallino ASD), poi ancora Milo Burzi (Scott Pasquini Stella Azzurra) e Rincon Rodriguez. Qui invece la corsa femminile vedeva la rimonta della pratese Rinaldi che, dopo aver superato la Roberti andava a riprendere la Monaldini, staccandola sulla lunga salita che portava al gran premio della montagna.
Al traguardo giungeva primo in solitaria Daniele Mensi, con un tempo di 2 ore ed un minuto, che si aggiudicava la 23a edizione della GF Castello di Monteriggioni, grazie ad un allungo quando mancavano cinque chilometri al traguardo che gli permetteva di prendere un piccolo margine sul 44enne Casagrande, che anche quest'anno giungeva in seconda posizione. Il gradino più basso del podio, andava al vincitore della scorsa edizione Marzio Deho, con oltre due minuti di ritardo dal portacolori della Scott. Destino vuole che Francesco Casagrande, fiorentino ex professionista su strada, che da qualche anno Stefano Taddei – titolare della Cicli Taddei – ha convinto a rientrare in corsa (ma stavolta nel mondo delle ruote grasse, dopo averlo messo in sella ad una Specialized Stumpjumper S-Works), non riesca ancora a salire sullo scalino più alto del podio a Monteriggioni, dove con quest’anno colleziona due terzi e quattro secondi posti.
Chiudeva invece con un tempo di due ore e trentotto la portacolori della Ciclissimo Bike Pamela Rinaldi, con un minuto di ritardo Roberta Monaldini e chiudeva il podio Cristina Roberti.

(18 marzo 2014)

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI SU FACEBOOK!!!