Grande festa di sport per la Granfondo Internazionale Torino

 

I corridori con la Basilica di Superga sullo sfondo. Credit photo Stefano Spalletta

28 luglio 2019, Torino - La leggera pioggia scesa al mattino non ha fermato gli appassionati di ciclismo che hanno preso parte alla Granfondo Internazionale Torino. La manifestazione organizzata dal GS Alpi è stata valevole anche come prova degli European Masters Games: per il ciclismo su strada, questa è stata la seconda prova in calendario dopo la cronometro di venerdì, mentre il primo agosto si svolgerà il Criterium, ultima delle tre prove. Ospite d’eccezione della manifestazione è stato l’ex professionista Damiano Cunego, vincitore di un Giro d’Italia, tre Giri di Lombardia e un’Amstel Gold Race. Sono stati due i percorsi allestiti dal GS Alpi per la Granfondo Internazionale Torino: uno mediofondo di 90 chilometri per 1950 metri di dislivello e uno lungo di 120,5 chilometri per 2380 metri di dislivello. L’inserimento della gara nel calendario degli European Master games ha permesso di respirare un’aria diversa rispetto a quella che si sente nelle altre Granfondo, in quanto il Parco del Valentino è il quartier generale di tutti gli sport interessati dalla manifestazione europea. Entrambi i percorsi hanno visto la propria partenza dal Borgo Medievale e l’arrivo in cima alla salita di Superga, un’ascesa che non ha bisogno di presentazioni, diventata celebre nel ciclismo per gli arrivi della Milano-Torino e per le edizioni del campionato italiano professionisti. Sul percorso di 90 chilometri il successo è andato ad Andrea Pisanu (Ciclo Club Antonio Manca), che negli ultimi metri della salita di Superga è riuscito a superare di pochi metri Martino D’Alberto (Velo Valsesia Varallo).

Passaggio dei partecipanti sotto la Mole Antonelliana. Credit photo Stefano Spalletta

Sul podio in terza piazza sale Andrea Cismondi (Cicli Pepino), distanziato di poco più di trenta secondi. Sul medesimo percorso, al femminile, il trionfo è tutto per Olga Cappiello (Team De Rosa Santini), che vince in solitaria davanti a Roberta Bussone (Ristorocycles Team) e Federica Ferrari (Team Nordovest). Sul tracciato di 120 chilometri si materializza la doppietta della Cicli Copparo, con Giampaolo Busbani che ottiene la prima posizione subito davanti al compagno di squadra Federico Pozzetto. In terza posizione sale sul podio Julien Gueydon (Manosque 04). Tra le ragazze arriva invece il successo di Gioia Chiodi (Cicli Copparo), che supera di 11 secondi Michela Bergozza (Ktm Scatenati). Terza posizione per Stefania Sensi (Progetto Ciclismo Santena). Per ciò che riguarda gli European Masters Games, Bruno Sanetti (Vigili del Fuoco) vince sul percorso di 90 km; su quello di 70 km trionfano Sergio Barbero e Marina Lari, mentre su quello di 44 chilometri trionfa Marinella Sciuccati. Giovedì 1° agosto, all’interno del Parco del Valentino, si svolgerà il Criterium, che chiuderà la tre giorni del Turin Cycling Festival. Risultati completi  

 

Free Joomla! template by L.THEME